“Il faro Santa Croce” o “Sant’Elena” è la zona più frequentata ed accessibile della costa Augustana. La baia che si trova a nord del faro venne definita da Tomasi di Lampedusa come “il più bel posto della Sicilia” nella sua novella intitolata “la Sirena”, eppure scelte urbanistiche ed architettoniche poco ispirate hanno trasformato quello che poteva essere un luogo di grande rilievo naturalistico in un banale parcheggio.