Med Ingegneria ha rescisso il contratto “per difficoltà finanziarie”. Lo smaltimento delle cassette catalogatrici sarà affidato ad altra ditta specializzata. Eccessive lungaggini per un intervento di primaria importanza nel nostro territorio

 

In seguito all’articolo della Civetta (firmato da Alberto Sipione) sulla esecuzione delle opere di caratterizzazione ambientale nell’ex Eternit di contrada Targia, appaltati alla Med Ingegneria di Ravenna, di cui non si è più saputo nulla (n. 9 dell’1 maggio), Invitalia ha finalmente risposto alle mail del nostro collaboratore Alberto Sipione che più volte aveva cercato di contattarla. L’addetto stampa, dottor Andreani, produce il resoconto delle attività a partire dal 2009, data in cui il Commissario per l’Emergenza Bonifiche ha assegnato a Sviluppo Italia le attività previste nel Piano, successiva gara d’appalto, contratto firmato con Med Ingegneria nel gennaio 2013, fino al termine delle attività di campo nel luglio dello stesso anno. Poi la società ravennate incorre in “difficoltà finanziarie” (è peraltro sotto inchiesta) e nel gennaio di quest’anno recede unilateralmente dal contratto.

I lavori, ammette Invitalia, sono stati completati ad eccezione dello smaltimento delle cassette catalogatrici, a cui dovrà provvedere un’altra ditta specializzata. L’itinerario dell’opera rivela le eccessive lungaggini per un intervento di primaria importanza nel nostro territorio, dove la fabbrica di contrada Targia ha provocato numerosi decessi per patologie tumorali e altri continua a mietere, a causa della lenta incubazione neoplasica (vedasi altro articolo di Pippo Gurrieri).

E’ necessario che la classe politica siracusana talloni da vicino i livelli decisionali per accorciare il più possibile i tempi in maniera da procedere al più presto alla bonifica complessiva dell’area, che questo territorio attende da decenni. Ed ecco il testo integrale della risposta di Invitalia. 

Oggetto:         Esecuzione del Piano di Caratterizzazione Ambientale del sito “Ex Eternit Siciliana S.p.A.” – Area Stabilimento - Comune di Siracusa, ubicato nel SIN di Priolo.

CUP: H32D09000090006

RESOCONTO ATTIVITA’

-    con Ordinanza n. 116 del 30.03.2009 il Commissario Delegato per l’emergenza Bonifiche e tutela delle Acque in Sicilia ha    incaricato Sviluppo Italia Aree produttive S.p.A. (ora IAP) per l’esecuzione delle attività previste nel Piano di         Caratterizzazione ambientale del sito “Ex Eternit Siciliana S.p.A. – Area Stabilimento”;

-      con Decreto n. 183/SRB del 04.06.2009 l’Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque – Settore Rifiuti e Bonifiche in Sicilia, ha conferito incarico a Sviluppo Italia Aree Produttive S.p.A. (ora IAP) per l’esecuzione delle attività previste nel Piano di Caratterizzazione ambientale del sito “Ex Eternit Siciliana S.p.A. – Area Stabilimento”, finanziando le attività in oggetto;

-      a seguito dell’espletamento di gara pubblica, in data 24/01/2013 è stato stipulato il contratto con l’Affidataria C.R.S.A. MED Ingegneria S.r.l.;

-      in data 22/04/2013 sono stata avviate le attività in oggetto;

-      in data 24/07/2013 sono terminate le attività di campo;

-      con note prot.9454 del 13/02/2014 e prot. 34708 del 03/06/2014, Arpa Sicilia-ST Siracusa ha validato le attività di caratterizzazione in oggetto;

-      a seguito della validazione su detta da parte di Arpa Sicilia, IAP ha sollecitato l’Affidataria a procedere allo smaltimento delle cassette catalogatrici presenti presso il cantiere in oggetto;

-      CRSA Med Ingegneria, con nota del 23/01/2015, ha comunicato ad IAP di non poter procedere, per sopraggiunte difficoltà finanziare, a quanto richiesto da IAP con i solleciti richiamati al punto su detto;

-      con nota prot. 743 del 04/03/2015 IAP ha comunicato all’Affidataria la facoltà di recesso dal contratto stipulato in data 24/01/2013.

Alla luce di tutto quanto sopra richiamato, si comunica che tutte le attività previste dall’appalto in oggetto sono state completate ad eccezione dello smaltimento delle cassette catalogatrici, per la cui attività sono in corso oggi le attività di affidamento ad altra ditta specializzata.