Weather   Italia, Siracusa  27°C

 

  • Processo Sai 8. Il Comune: “Pretendiamo il risarcimento”

    L’ente si costituisce parte civile. Le accuse: la società di gestione del servizio idrico “distraeva beni in favore di società controllanti e collegate”, pagava “importi rilevanti a favore di soci e di società detenute dagli indagati”. “Esorbitanti” (milioni di euro) le parcelle agli avv. Amara e Toscano…

  • In carcere le celle diventano “camere di pernottamento”

    Ma la nuova terminologia cozza con il sovraffollamento. Carmelo Musumeci: “Vi descrivo io, che ci sono stato, quei dormitori da cinque stelle a una”

     

  • “Il Comune gestisce il potere fuori dalle politiche di coalizione”

    L’assessore regionale Bruno Marziano: “Lo scontro sul terreno giudiziario ha oscurato la vera critica nei confronti dell'amministrazione Garozzo”, “Ai processi mediatici il sindaco ha risposto con accuse altrettanto infondate e generiche”

  • Giuramento degli Ispettori Ambientali: 47 volontari a presidiare il decoro della città

    Dopo il corso di venti ore e l’esame finale, i 47 corsisti Ispettori Ambientali Volontari hanno giurato questa mattina alla presenza del sindaco e dell’assessore. Secondo quando disposto dal regolamento comunale n.189 del 10/12/2015, l’Ispettore Ambientale Volontario avrà funzioni di polizia amministrativa (quindi di incaricato di pubblico servizio) ed eserciterà i poteri di accertamento previsti dalla legge 689/81.

  • LA LETTERA DI JUNKER AL CORRIERE

     

    La Civetta di Minerva, 16 giugno 2017

    Ho più volte  scritto, azzardando in previsioni politiche, che le  prese di posizioni, più che scelte chiare, del nuovo presidente americano porteranno alla necessità di un riarmo dell’Europa. La mia perplessità non è il riarmo congiunto di Germania, Francia, Italia e di tutti i restanti paesi della UE,  la mia preoccupazione è per il riarmo della Germania che, se detta leggi oggi senza un suo  grande esercito, immaginiamoci cosa farebbe se alla potenza economica accoppiasse anche quella militare.

    Quella che sembrava una previsione azzardata ha trovato un riscontro nella lettera che l’uomo che la Merkel ha messo a fare il presidente della Commissione Europea, signor Jean George Juncker, ha inviato al Corriere della Sera e puntualmente pubblicata per intero nell’edizione dell’8 giugno scorso. La più alta autorità dell’Unione Europea scrive  - la sua lettera l’avrà inviata ai più quotati quotidiani europei – che è il momento che l’Europa abbia una sua ”capacità militare” unificando comandi ed armamenti. Juncker fa riferimento alle dichiarazioni di Trump sulla Nato, fa una panoramica dello scenario mondiale, ma il risultato non cambia: l’Europa deve riarmarsi. E afferma che anche il vecchio continente è una potenza nucleare, anche dopo la Brexit, perché ci resta la Francia.

    Il discorso di Juncker è corretto perché, alla luce di quello che sta avvenendo nel mondo, l’Europa per non restare isolata, per svolgere un suo ruolo deve essere forte anche sul piano militare. Questa intuizione fa sentire la pochezza della posizione di chi cavalca il populismo alla ricerca di voti: il populista non ha né arte né esperienza di governo, non ha molte idee – forse nessuna – non sa interpretare i tempi.

    Quando Salvini ci vuole portare fuori dall’Europa, quando Grillo non sa ancora se restarci o andar via, significa essere fuori dalla Storia, quella con la “s” maiuscola. Non occorre il gran polemista che raccatta voti, non serve l’humour di un buon comico per organizzare una base di protestatari, ci vuole  la sensibilità dello statista per interpretare i tempi e collaborare con gli altri statisti del mondo per  farne la storia: innanzi tutto per dare attuazione al consiglio del Papa che non serve un assegno di cittadinanza per tutti ma un lavoro per tutti.

    Il populismo di Trump sta portando gli USA a perdere il ruolo di super potenza del mondo; non ha capito che la ”via della seta” a breve farà della Cina la più grande potenza industriale ed economica del pianeta. Trump se ne resterà a costruire il suo muro contro i messicani, ma ha perduto la battaglia per la salvaguardia della democrazia nel mondo. Da qui la necessità di un’Europa forte, per avere voce nelle vicende del mondo; se la Germania si riarmerà, facciamo sì che questo avvenga non contro i paesi europei – così come nella storia, recente e antica – ma con i paesi d’Europa nella tradizione giudaica-cristiana ed anche illuministica del Vecchio Continente.

  • IL PAPA E IL TRIBUNALE DI SIRACUSA

     

    La Civetta di Minerva, 16 giugno 2017

     

    Papa Francesco parla al cuore degli uomini; i suoi non sono discorsi  sulla  dottrina ma sui fatti e gli avvenimenti del mondo che sono visti alla luce del Vangelo e quindi volti alla difesa dell’uomo in ogni sua espressione. In quest’ottica dico di una mia  recente esperienza di avvocato.

    Debbo fare ora una premessa: le sentenze dei giudici della Repubblica si accettano e debbono avere attuazione, buone o non buone, giuste o non giuste; però ciascuno di noi ha il diritto al commento, ha cioè inalienabile lo ius murmurandi.

    Ho avuto la ventura di fare da secondo in una materia che non è la  mia: il diritto del lavoro. Ho fatto il secondo a uno dei giurislavoristi più accreditati del Foro di Siracusa nella tutela di un amico al quale non potevo dire di no. Si trattava di un appello che tecnicamente si chiama reclamo avverso un provvedimento emesso da un giudice monocratico il quale  aveva rigettato  la domanda di questo mio amico che era stato licenziato, a suo dire, ingiustamente e che richiedeva la reintegrazione  nel posto di lavoro con un provvedimento di urgenza. Nel gergo si dice un provvedimento ex art. 700 del codice di procedura che disciplina i casi in cui il cittadino ha bisogno di una tutela immediata senza dover attendere  una sentenza per la quale  quasi sempre passano anni ed anni.

    Eccepiva questo mio amico  che il lavoro era il suo unico sostentamento e che non poteva attendere l’esito di una causa ma che intanto richiedeva una tutela immediata anche se provvisoria, che gli avrebbe consentito di sopravvivere.

    Il giudice ha respinto la domanda perché ha fatto la seguente considerazione che debbo riportare  nella sua interezza. Ha scritto: non può ”il periculum in mora reputarsi esistente in re ipsa neppure nel fatto stesso della disoccupazione poiché in caso contrario ogni licenziamento o mancata assunzione integrerebbe il pregiudizio imminente ed irreparabile così da rendere il ricorso all’art.700 c.p.c. il rimedio ordinario per la contestazione della condotta datoriale…”

    Ritengo questa interpretazione fuori dalla logica dell’ordinamento giuridico, che invece prevede la immediatezza della tutela della occupazione in quanto il lavoro costituisce il mezzo di sussistenza di un soggetto e della sua famiglia.

    Da una parte c’è la cosìddetta legge Fornero che stabilisce una corsia preferenziale per i licenziamenti individuali - addirittura prevede le udienze pomeridiane – dall’altra esiste la Cassa Integrazione Guadagni che serve a garantire la sopravvivenza del lavoratore in caso di perdita della occupazione.

    E’ la drammaticità della perdita del posto di lavoro che rende obbligatoria – almeno sul piano morale – una immediata reintegrazione per non far perdere al lavoratore quel salario col quale mantiene se stesso e la propria famiglia.

    E’ d’obbligo una riflessione: ma se toccasse ad uno di noi, su quali mezzi di sussistenza potremmo contare e per quanto tempo?

    E poi, che c’entra il Papa? Vengo e mi spiego. Continua il giudice in questione scrivendo: ”Il periculum va ravvisato non nel caso di una qualsiasi violazione del diritto del lavoratore  ma solo nel caso in cui tale lesione, in sé, ovvero in quanto coevamente incidente su posizioni giuridiche soggettive a contenuto non patrimoniale e con rilevanza costituzionale a quel diritto strettamente connesse, sia suscettibile di pregiudizio non ristorabile per equivalente.

    Sono sottigliezze giuridiche, espressioni di una grande scienza giuridica, ma a mio sommesso avviso non espressione di sapienza, che prima che dell’intelletto deve essere sapienza del cuore.

    E’ certo che un lavoratore ingiustamente licenziato ha diritto al risarcimento del danno pari ai salari non percepiti. Ma quando questo potrà avvenire? Indubitabilmente a distanza di anni; perché tanto dura normalmente una controversia di lavoro.

    A questo schema debbo opporre le parole che il Papa ha detto pochi giorni fa a Genova ai lavoratori dell’Ilva. Ha detto il Papa: “Dev’essere chiaro che l’obiettivo vero da raggiungere non è il reddito per tutti, ma il lavoro per tutti. Perchè senza lavoro non ci sarà dignità”. E’ la dignità dell’uomo che va difesa perché il lavoro è lo strumento  fondamentale che dà dignità alla persona umana.

    Questo è il concetto di cui dovrebbe tener conto ogni giudice allorchè ha nelle sue mani il caso di un soggetto che va ricercando la sua dignità di uomo. Una dignità di uomo che poi trova un suo fondamento giuridico  nei primi due articoli della nostra Costituzione, “La Repubblica Italiana si fonda sul lavoro”, il primo; “La Repubblica  riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo”, il secondo. Se la dignità dell’uomo si fonda anche  sul lavoro, vuol dire che il lavoro è un diritto inviolabile dell’uomo.

    Riflettiamoci su.

  • Avvocati e avvocatesse, anch’essi precari e sottopagati

    Anni in uno studio legale, poi maternità… e licenziamento. La storia vera di Sara (chiamiamola così), praticante a 750 euro per 50 ore settimanali

  • Gaetano Valastro sostituisce Pirillo nel ruolo di direttore regionale acqua e rifiuti

    Gaetano Valastro nominato dal governo regionale nuovo dirigente generale del dipartimento acqua e rifiuti. A renderlo noto la deputata Marika Cirone Di Marco

  • Claudio Iudicelli: “Vi racconto il successo delle Feste Archimedee 2017”

    Il direttore artistico delle Feste Archimedee di quest’anno spiega quali sono gli obiettivi che si è posto nell’organizzazione delle due serate di gala in piazza Duomo e quali difficoltà ha riscontrato. “Ho voluto valorizzare i giovani artisti coinvolgendo anche i talenti più affermati”

  • L’attore Alessandro Preziosi giovedì 20 al Castello Maniace con “Prometeo”

    Alessandro Preziosi, nei panni di Prometeo interpreta l’eterno afflato che contraddistingue la natura umana interrogandosi su cosa sia il Bene e cosa sia il Male. Il recital “Prometeo”, l’Ortigia Sound System Festival e la mostra 2750 sono gli appuntamenti della Comunità Euro-Afro-Asiatica del Turismo per i festeggiamenti per i 2750 anni dalla fondazione della città di Siracusa.

News

Processo Sai 8. Il Comune: “Pretendiamo il risarcimento”

Siracusa
Redazione
Venerdì, 21 Luglio 2017 14:22
L’ente si costituisce parte civile. Le accuse: la società di gestione del servizio idrico “distraeva beni in favore di società controllanti e collegate”, pagava “importi rilevanti a favore di soci e di società detenute dagli indagati”. “Esorbitanti” (milioni di euro) le parcelle agli avv. Amara e Toscano…
leggi tutto

“Il Comune gestisce il potere fuori dalle politiche di coalizione”

Attualità
Franco Oddo
Venerdì, 21 Luglio 2017 11:12
L’assessore regionale Bruno Marziano: “Lo scontro sul terreno giudiziario ha oscurato la vera critica nei confronti dell'amministrazione Garozzo”, “Ai processi mediatici il sindaco ha risposto con accuse altrettanto infondate e generiche”
leggi tutto

Giuramento degli Ispettori Ambientali: 47 volontari a presidiare il decoro della città

Ambiente
Salvo La Delfa
Giovedì, 20 Luglio 2017 17:31
Dopo il corso di venti ore e l’esame finale, i 47 corsisti Ispettori Ambientali Volontari hanno giurato questa mattina alla presenza del sindaco e dell’assessore. Secondo quando disposto dal regolamento comunale n.189 del 10/12/2015, l’Ispettore Ambientale Volontario avrà funzioni di polizia amministrativa (quindi di incaricato di pubblico servizio) ed eserciterà i poteri di accertamento previsti dalla legge 689/81.
leggi tutto

LA LETTERA DI JUNKER AL CORRIERE

Attualità
Titta Rizza
Mercoledì, 19 Luglio 2017 16:14
  La Civetta di Minerva, 16 giugno 2017 Ho più volte  scritto, azzardando in previsioni politiche, che le  prese di posizioni, più che scelte chiare, del nuovo presidente americano porteranno alla necessità di un riarmo dell’Europa. La mia perplessità non è il riarmo congiunto di Germania, Francia, Italia e di tutti i restanti paesi della UE,  la mia preoccupazione è per il riarmo della Germania che, se detta leggi oggi senza un suo  grande esercito, immaginiamoci cosa farebbe se alla potenza economica accoppiasse anche quella militare. Quella che sembrava una previsione azzardata ha trovato un riscontro nella lettera che l’uomo che la Merkel ha messo a fare il presidente della Commissione Europea, signor Jean George Juncker, ha inviato al Corriere della Sera e puntualmente pubblicata per intero nell’edizione dell’8 giugno scorso. La più alta autorità dell’Unione Europea sc
leggi tutto

IL PAPA E IL TRIBUNALE DI SIRACUSA

Siracusa
Titta Rizza
Mercoledì, 19 Luglio 2017 16:01
  La Civetta di Minerva, 16 giugno 2017   Papa Francesco parla al cuore degli uomini; i suoi non sono discorsi  sulla  dottrina ma sui fatti e gli avvenimenti del mondo che sono visti alla luce del Vangelo e quindi volti alla difesa dell’uomo in ogni sua espressione. In quest’ottica dico di una mia  recente esperienza di avvocato. Debbo fare ora una premessa: le sentenze dei giudici della Repubblica si accettano e debbono avere attuazione, buone o non buone, giuste o non giuste; però ciascuno di noi ha il diritto al commento, ha cioè inalienabile lo ius murmurandi. Ho avuto la ventura di fare da secondo in una materia che non è la  mia: il diritto del lavoro. Ho fatto il secondo a uno dei giurislavoristi più accreditati del Foro di Siracusa nella tutela di un amico al quale non potevo dire di no. Si trattava di un appello che tecnicamente si chiama reclamo avverso un provvedimento emesso da un giudice monocratic
leggi tutto

Gaetano Valastro sostituisce Pirillo nel ruolo di direttore regionale acqua e rifiuti

Acqua
Salvo La Delfa
Mercoledì, 19 Luglio 2017 22:21
Gaetano Valastro nominato dal governo regionale nuovo dirigente generale del dipartimento acqua e rifiuti. A renderlo noto la deputata Marika Cirone Di Marco
leggi tutto

Claudio Iudicelli: “Vi racconto il successo delle Feste Archimedee 2017”

Cultura
Salvo La Delfa
Mercoledì, 19 Luglio 2017 12:45
Il direttore artistico delle Feste Archimedee di quest’anno spiega quali sono gli obiettivi che si è posto nell’organizzazione delle due serate di gala in piazza Duomo e quali difficoltà ha riscontrato. “Ho voluto valorizzare i giovani artisti coinvolgendo anche i talenti più affermati”
leggi tutto

L’attore Alessandro Preziosi giovedì 20 al Castello Maniace con “Prometeo”

Cultura
Salvo La Delfa
Martedì, 18 Luglio 2017 10:25
Alessandro Preziosi, nei panni di Prometeo interpreta l’eterno afflato che contraddistingue la natura umana interrogandosi su cosa sia il Bene e cosa sia il Male. Il recital “Prometeo”, l’Ortigia Sound System Festival e la mostra 2750 sono gli appuntamenti della Comunità Euro-Afro-Asiatica del Turismo per i festeggiamenti per i 2750 anni dalla fondazione della città di Siracusa.
leggi tutto

“Veneranda Augusta”: film denuncia di Palmiro Prisutto e Francesco Cannavà in prima mondiale all’Ortigia Film Festival

Cultura
Salvo La Delfa
Lunedì, 17 Luglio 2017 12:56
Presentato in prima visione mondiale all’Ortigia Film Festival il cortometraggio “Veneranda Augusta". Don Palmiro Prisutto: ”C’è una sorta di disegno criminale o criminoso che cerca di smantellare la città di Augusta, come se dovesse rimanere solo il petrolchimico”
leggi tutto

Torna il folk cabaret di Enzo Annino e i Mammasantissima

Cultura
Aldo Formosa
Giovedì, 13 Luglio 2017 16:36
L’originalissima band nata 45 anni fa, che ha appassionato generazioni di siracusani e girato il mondo, il 27 giugno al “Cerchio” e il 30 al Matchball. Con i simpatici mattatori l’attrice Giuliana Accolla  
leggi tutto

Home

L’AVV. PIERO AMARA ALL’ESPRESSO

Seguito di articolo: LE CONCLUSIONI

http://www.lacivettapress.it/it/index.php?option=com_content&view=article&id=2402:

Leggi tutto: L’AVV. PIERO AMARA ALL’ESPRESSO

LE CONCLUSIONI

Seguito di articolo:  LE CONSULENZE

http://www.lacivettapress.it/it/index.php?option=com_content&view=article&id=2401:le-consulenze&catid=60:le-grandi-questioni&Itemid=154

Leggi tutto: LE CONCLUSIONI

LE CONSULENZE

Seguito dell'articolo: Focus della Procura di Roma sulla vicenda Open Land

http://www.lacivettapress.it/it/index.php?option=com_content&view=article&id=2400:

Leggi tutto: LE CONSULENZE

Focus della Procura di Roma sulla vicenda Open Land

Continuano le indagini di quattro PM sulla ipotesi della corruzione in atti giudiziari. Tra i protagonisti l’avv. Piero Amara “che al Consiglio di Stato si muove come un pesce nell’acqua”

I rapporti dell’avvocato con l’ex presidente del CGA siciliano, Riccardo Virgilio

Leggi tutto: Focus della Procura di Roma sulla vicenda Open Land

Il Bar sotto il Mare

Le matinèes stampa della Pic-ciotta

Carmelo Maiorca
Lunedì, 29 Maggio 2017 10:18

Il bar sotto il mare – 40 anni di interesse per Foti

Carmelo Maiorca
Venerdì, 28 Aprile 2017 10:42

Sei ospedali in cerca d'autore

Carmelo Maiorca
Domenica, 02 Aprile 2017 18:33

Cultura

Dossier

ENCOMIO A LANTERI, TRIGILIA E BUFFA PER LA DIFESA DEL PATRIMONIO COMUNE

Marina De Michele
Martedì, 11 Luglio 2017 13:05

OPEN LAND: AL VIA LE AUDIZIONI ALLA COMMISSIONE DISCIPLINARE

di Marina De Michele
Martedì, 11 Luglio 2017 10:34

Chi siamo

Continueremo a difendere l’ambiente, il multiculturalismo, il welfare, l’etica politica, a lottare contro ogni sfruttamento delle persone, delle città e dei territori, a sostenere la necessità di uno sviluppo economico coniugato con l’ecosostenibilità delle iniziative.

Dove siamo


Via Pordenone, 6 - Siracusa

Contattaci

Se ci vuoi supportare, chiamaci allo 3331469405 / 3337179937 o manda un'email a: redazione@lacivettapress.it

Showcases

Background Image