• La Civetta di Minerva: in edicola il nuovo numero di sabato 13 ottobre 2018

    Sostieni il nostro impegno: chiedilo in edicola. Per te è solo un euro, per noi un grande aiuto, per la realtà sociale un mezzo di informazione libero, unico e originale. Non fermiamo le poche voci che sono svincolate da chi decide cosa e quando bisogna sapere. L'informazione è potere. Riappropriamoci della capacità di avere un nostro strumento d'informazione. Ti aspettiamo!

  • “Aldo Moro: la verità negata”. Incontro con Gero Grassi al Liceo Corbino

    Una delle vicende più drammatiche della storia d’Italia. Un bivio culturale in cui l’Italia fu indotta a smarrir la strada e da cui ad oggi non riesce a ritrovarsi. Una Europa dei Popoli contro una Europa della finanza, dello spread, della sudditanza nei confronti dei “mercati”. Una Europa dove gli Stati utilizzano tutte le possibilità macroeconomiche e monetarie per redistribuire il prodotto sociale potenziale contro una Europa dove la “legge” del mercato è predominante, la cultura economica neoliberista piena di dogmi è l’unica visione consentita, dove anche nelle università la ricerca scientifica non allineata viene bandita e boicottata in tutte le maniere possibili.

    Il rapimento e la morte di Aldo Moro è una vicenda che nasconde ancora lati oscuri, aspetti poco chiari, tanto che ancora oggi non è assurdo chiedersi: chi e perché ha ucciso il presidente della Democrazia Cristiana. Due domande cui da anni tenta di dare risposta Gero Grassi, ex onorevole del Pd e membro della seconda commissione parlamentare d’inchiesta sul Caso Moro.

    Grassi sarà ospite qui a Siracusa sabato 13 ottobre: a partire dalle 10, nell’aula magna del liceo O.M. Corbino, il maggiore esperto sull’omicidio di Aldo Moro presenterà le conclusioni della commissione e il risultato ultimo delle sue ricerche, contenute nel libro “Aldo Moro: la verità negata”.

    Grassi afferma: “Su Aldo Moro e la sua vicenda umana e politica sono stati scritti oltre mille libri. Sono stati prodotti diversi film e girati una infinità di documentari e servizi giornalistici. Si sono svolti cinque lunghissimi processi. Il Parlamento nel 1979 ha realizzato la Commissione parlamentare d’inchiesta sulla strage di via Fani, sul sequestro e l’assassinio di Aldo Moro e sul terrorismo in Italia e la Commissione parlamentare d’inchiesta sul terrorismo in Italia e sulle cause della mancata individuazione sui responsabili delle stragi nel 1992, 1994, 1996, 2001. I lavori di queste Commissioni hanno prodotto una trentina di Relazioni ed oltre 150 volumi. Una quantità immensa di documenti dai quali, purtroppo, nonostante gli anni intercorsi, non emerge ancora la completa verità sull’intera vicenda”.

    Aldo Moro aveva un obiettivo e questo era a breve raggiungibile ma non voluto da molte potenze internazionali: giungere in Italia ad una “Democrazia compiuta”, una cosa diversa dal “compromesso storico” di Berlinguer che voleva portare i comunisti al Governo. La democrazia compiuta di Moro è il tentativo di evitare che in Italia ci fosse sempre un partito che governa, la Democrazia Cristiana, e sempre un partito all’opposizione, il Partito Comunista peraltro legato a Mosca. Moro vuole portare i comunisti in Europa, realizzare in Italia una sorta di bipartitismo atlantico, europeo, moderno e costruire un’Europa dei popoli. L’Europa dei popoli all’epoca non la vogliono né gli Stati Uniti, né la Russia, né l’Inghilterra che sono fermi al 1945 a Yalta. Inoltre un’Italia stabile, indipendente e con una propria politica estera faceva paura a tutti gli “alleati”.

    Per tutte queste ragioni Moro è un personaggio fortemente scomodo che viene eliminato con la complicità delle Brigate Rosse, all’interno delle quali ci sono gli infiltrati dei servizi segreti deviati italiani, e con la complicità della criminalità organizzata come Camorra, Ndrangheta e Mafia che rendono un servizio al potere.

    Nella prima parte della mattinata, prima dell’intervento di Gero Grassi, verranno ricordati altri Uomini di Stato che pagarono amaramente per il coraggio delle loro azioni (Enrico Mattei presidente dell’E.N.I.), dei loro moniti (Paolo Baffi, governatore Banca d’Italia) o delle loro idee (Ezio Tarantelli, economista/sindacalista). Il professore Luigi Amato introdurrà gli argomenti tracciando un breve resoconto sull’attuale situazione geopolitica internazionale. A conclusione dei lavori il dott. Giovanni Zero, storico economico controcorrente illustrerà la cultura economica italiana definita “terza via” che in quegli anni fu letteralmente soppiantata dalla nuova ondata di liberismo economico estero indotto.

    Capire ciò che è accaduto in quegli anni e chi volle che ciò accadesse è il punto di partenza per una rinascita culturale della nostra martoriata nazione. Gero Grassi ci aiuterà in questo arduo compito oramai improcrastinabile visto il vuoto politico/culturale cui l’Italia sempre più si trova a sprofondare.

    Aldo Moro è un uomo che non morirà mai perché il suo ricordo vive nel cuore degli italiani onesti.

  • Il biblista: “Più si è lontani dalla religione, meglio si capisce Gesù”

    Fra Alberto Maggi: “Sacerdoti e pii, scribi e farisei vollero l’uccisione del Messia perché il suo messaggio andava contro i loro poteri e le loro ricchezze”

  • La sudditanza della politica rispetto alle grandi industrie per assenza di alternative

    Si vagheggiò da più parti un modello economico post-industriale di cui non c’era alcuna ipotesi concreta né segni tangibili

  • 1971, anno terribile per tragici incidenti nella zona industriale

    Nel ’67 alla Sincat, nel ‘71 al pontile Esso con morti e dispersi, pochi giorni dopo l’esplosione e l’incendio di quattro serbatoi, con i priolesi che scapparono in massa dal loro comune, a novembre dello stesso anno un violento incendio alla Montedison con altri morti dopo atroci sofferenze…

  • Nell’81 si imputarono all’Etna i guasti ambientali a Priolo

    In un convegno scienziati sostennero addirittura che il vulcano “è il più grande inquinatore d’Europa rispetto ai problemi della zona industriale”. Ma Mario Capanna disse: “Augusta è peggio di Seveso”

  • Il sindacato, la magistratura e la questione femminile nella zona industriale

    Su nocività, sicurezza e inquinamento, l’azione della Pretura, specie negli anni del dottor Condorelli, s’accentuò verso una mediazione sempre più alta tra i diritti dei lavoratori (e delle popolazioni circostanti) e gli interessi delle imprese

  • Piazza d’Armi: Dal container riciclato, “trasparente”, allo Stomachion

    Zito M5S: “Fuorviante il bando dell’Agenzia del Demanio, confusa e contraddittoria l’istruttoria della Soprintendenza. La relazione storico artistica vieta nuove costruzioni”

  • Piazza d’Armi: dalla documentazione la conferma di cosa non è andato Dal container riciclato, aperto per “dissolversi” nel contesto, allo Stomachion

    Zito M5S: “Fuorviante il bando dell’Agenzia del Demanio, confusa e contraddittoria l’istruttoria della Soprintendenza. La relazione storico artistica vieta nuove costruzioni”

  • “Treni per Fontanarossa tutto pronto, ma si è data priorità a Punta Raisi”

    Intervista a tutto campo con la segretaria di Cgil Trasporti, Vera Uccello: “Nelle gallerie al buio si è rischiato l’incidente”, “Ottima sinergia con l’assessore Randazzo”, l’8 ottobre il congresso: “Abbiamo raddoppiato gli iscritti”

News

La Civetta di Minerva: in edicola il nuovo numero di sabato 13 ottobre 2018

Attualità
REDAZIONE CIVETTA
Sabato, 13 Ottobre 2018 07:51
Sostieni il nostro impegno: chiedilo in edicola. Per te è solo un euro, per noi un grande aiuto, per la realtà sociale un mezzo di informazione libero, unico e originale. Non fermiamo le poche voci che sono svincolate da chi decide cosa e quando bisogna sapere. L'informazione è potere. Riappropriamoci della capacità di avere un nostro strumento d'informazione. Ti aspettiamo!
leggi tutto

“Aldo Moro: la verità negata”. Incontro con Gero Grassi al Liceo Corbino

Attualità
REDAZIONE CIVETTA
Venerdì, 12 Ottobre 2018 17:26
Una delle vicende più drammatiche della storia d’Italia. Un bivio culturale in cui l’Italia fu indotta a smarrir la strada e da cui ad oggi non riesce a ritrovarsi. Una Europa dei Popoli contro una Europa della finanza, dello spread, della sudditanza nei confronti dei “mercati”. Una Europa dove gli Stati utilizzano tutte le possibilità macroeconomiche e monetarie per redistribuire il prodotto sociale potenziale contro una Europa dove la “legge” del mercato è predominante, la cultura economica neoliberista piena di dogmi è l’unica visione consentita, dove anche nelle università la ricerca scientifica non allineata viene bandita e boicottata in tutte le maniere possibili. Il rapimento e la morte di Aldo Moro è una vicenda che nasconde ancora lati oscuri, aspetti poco chiari, tanto che ancora oggi non è assurdo chiedersi: chi e perché ha ucciso il presidente della Democrazia Cristiana. Due
leggi tutto

“Treni per Fontanarossa tutto pronto, ma si è data priorità a Punta Raisi”

Lavoro
ANTONIO ANDOLFI
Sabato, 22 Settembre 2018 09:59
Intervista a tutto campo con la segretaria di Cgil Trasporti, Vera Uccello: “Nelle gallerie al buio si è rischiato l’incidente”, “Ottima sinergia con l’assessore Randazzo”, l’8 ottobre il congresso: “Abbiamo raddoppiato gli iscritti”
leggi tutto

Noto, in discarica abusiva cinque quintali di amianto

Ambiente
REDAZIONE CIVETTA
Giovedì, 13 Settembre 2018 14:34
Sequestrata dalla Guardia di Finanza un’area di oltre mille mq. limitrofa all’autostrada Avola-Noto, che conteneva materiale di risulta, elettrodomestici ed eternit
leggi tutto

Ansaldi: Un ricorso per ripristinare un diritto costituzionale negato

Siracusa
MARINA DE MICHELE
Domenica, 09 Settembre 2018 20:54
Nessun passo indietro del Consiglio Comunale. Se il Comune perde pagano i Siracusani
leggi tutto

RIFIUTI VS SIRACUSA: LA BATTAGLIA DEI 180 GIORNI

Rifiuti
GIUSEPPE MIRABELLA
Domenica, 09 Settembre 2018 17:50
La lunga storia sui rifiuti a Siracusa giunge a un nuovo capitolo: il 18 Settembre sarà assegnata la gara ponte di 6 mesi per il servizio di igiene urbana nell’attesa della gara pluriannuale. Ci eravamo lasciati quando i rifiuti sembravano aver irrimediabilmente vinto e preso il dominio della città: cumuli di spazzatura ne presidiavano ogni angolo, centinaia di mastelli arredavano massivamente le vie del centro storico ed enormi monumenti del rifiuto si materializzavano dal centro alle zone balneari per ostentare le proporzioni di tale indiscutibile vittoria. Il riassunto delle puntate precedenti è piuttosto complicato, ma forse possiamo dire in sintesi che: - avevano sbagliato inizialmente ad assegnare (la Commissione di gara) la gara all’Impresa 1 cui infatti mancava il più basilare dei requisiti e cioè la regolarità contributiva (1 anno di slittamento per l’inizio dei servizi); - avevano sbagliato (Il TAR) a ritenere
leggi tutto

Antonino verso il traguardo dei 100 anni: l’avventura di una vita con lo sguardo sempre al futuro

Attualità
PATRIZIA PRINCIPATO
Venerdì, 31 Agosto 2018 06:54
Fiero dei suoi 98 anni, Antonino sorride, spalancandomi la porta di casa, in una zona tranquilla di Siracusa, fra qualche aiuola, bazzicata da cani e gatti di quartiere. Vedovo da qualche anno, era in cerca di compagnia. Perfettamente autosufficiente, impeccabile nel modo di vestire, chioma bianca, mocassini neri lucidi, mi invita a sedermi porgendomi una sedia e mi serve un bicchiere di aranciata fresca... poggia la bottiglia sul tavolo, si siede accanto a me ed inizia a raccontare in maniera caotica, iniziando così: "Signorina... o signora.... iu do scogghiu sugnu...." nato il 21-04-1920 a Siracusa, precisamente nella splendida isola di Ortigia, primo di sette fratelli, chiamato in Marina poco dopo la morte della sua adorata mamma, promesso sposo di Iolanda. La guerra, la nave colpita da un siluro. Salvo per miracolo, si ritrovò in acqua insieme a pochi altri sopravvissuti. Il mare sempre più scuro e attorno silenzio e morte. Solo il rombo degli aerei da guerra
leggi tutto

Lavoro nero e sfruttamento. Così, a 17 anni, si impara ad essere adulti

Lavoro
MARINA DE MICHELE
Domenica, 26 Agosto 2018 19:13
Perché hai deciso di lavorare in estate invece di goderti le vacanze come i tuoi coetanei prima di tornare a scuola per l’ultimo anno di studi? Per bisogno, per fare un’esperienza, per qualche altro motivo? “Mi sarebbe piaciuto guadagnare qualcosa. Ma certo non essere sfruttato – è la risposta - Durante questo mese di lavoro ho capito molte cose ed ha avuto l’effetto desiderato, ovvero farmi raggiungere la consapevolezza di cosa significa essere adulti”. E cosa significa essere adulti?“Dopo una breve ricerca ho trovato lavoro presso la cucina di un ristorante molto rinomato della città come aiuto cuoco agli antipasti. Durante il colloquio mi sono stati comunicati gli orari di lavoro con doppio turno (dalle ore 9:00 alle ore 16:00 e dalle 18:30 fino alla chiusura) e la mezza giornata di riposo che mi spettava; io ho accettato tutte le loro condizioni. Una volta entrato nella loro spaziale cucina, con attrezzature mai viste
leggi tutto

L'associazione Rifiuti Zero Siracusa interviene sulla situazione dei rifiuti in città

Attualità
Salvo La Delfa
Sabato, 25 Agosto 2018 12:16
Fare intervenire le associazioni nell'informazione e comunicazione verso i cittadini. Riorganizzare il gruppo di ispettori ambientali e potenziare l'ufficio del settore ambiente. Estendere velocemente il sistema di raccolta porta a porta in tutti i quartieri della città. 
leggi tutto

“C’è un contenitore, è il sindacato, riempiamolo”!

Lavoro
ANTONIO ANDOLFI
Giovedì, 23 Agosto 2018 07:46
I fatti di Avola mossero un’intera nazione, servirono ad aprire a grandi conquiste per tutto il Paese! C’è, ancora oggi, quel sindacato indipendente e forte?
leggi tutto

Home

Fanusa, il cemento delle ville a un metro dal mare

Un grande esempio di inciviltà da portare in giro nelle scuole affinché i giovani percepiscano i danni che le vecchie generazioni di via delle Trireme, via del Panfilo, via della Gondola, via del Galeone hanno perpetrato al patrimonio di tutti

Leggi tutto: Fanusa, il cemento delle ville a un metro dal mare

Nuovi lavori all’ex Villaggio Garofalo, i sospetti mai sopiti

Già accusati nel 2015 di opere difformi rispetto alla concessione (in quattro furono deferiti), ci si chiede se la Yota srl ha tutte le autorizzazioni, se i lavori sono ad esse rispettosi ma soprattutto come si è riusciti a superare i vincoli che a tutt’oggi appaiono insuperabili

Leggi tutto: Nuovi lavori all’ex Villaggio Garofalo, i sospetti mai sopiti

Faro Murro di Porco. Non saremo mai passacarte

I nostri articoli non diffamano nessuno. Su argomenti di interesse pubblico il diritto di opinione è legittimo. Il progetto, nei dettagli, è stato consultabile sul web. L’accesso, vietato ora, non lo era prima

 

Leggi tutto: Faro Murro di Porco. Non saremo mai passacarte

Ansaldi: Un ricorso per ripristinare un diritto costituzionale negato

Nessun passo indietro del Consiglio Comunale. Se il Comune perde pagano i Siracusani

Leggi tutto: Ansaldi: Un ricorso per ripristinare un diritto costituzionale negato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Bar sotto il Mare

Bar sotto il mare, botta e risposta

Vinciullo-Maiorca
Domenica, 03 Giugno 2018 11:53

Le giravolte di Vinciullo e degli ex grillini Russo e Napolitano

CARMELO MAIORCA
Mercoledì, 09 Maggio 2018 12:38

5 Stelle: destra, sinistra e corona al centro

Carmelo Maiorca
Venerdì, 20 Aprile 2018 12:13

Cultura

La perdurante guerra fra il nord e il sud d'Italia

ANTONIO ANDOLFI
Martedì, 21 Agosto 2018 09:13

La rendita e la speculazione a Siracusa dal 1953 al 1980

ANTONIO ANDOLFI
Martedì, 21 Agosto 2018 08:52

Prima della Siracusa greca c’era una città più antica

ANTONIO ANDOLFI
Martedì, 21 Agosto 2018 08:42

Dossier

Chi siamo

Continueremo a difendere l’ambiente, il multiculturalismo, il welfare, l’etica politica, a lottare contro ogni sfruttamento delle persone, delle città e dei territori, a sostenere la necessità di uno sviluppo economico coniugato con l’ecosostenibilità delle iniziative.

Dove siamo


Via Pordenone, 6 - Siracusa

Contattaci

Se ci vuoi supportare, chiamaci allo 3331469405 / 3337179937 o manda un'email a: redazione@lacivettapress.it

Showcases

Background Image