Weather   Italia, Siracusa  26°C

 

  • Al via Syrakammus, festival di musica da camera, teatro e arte contemporanea

    Il pianista siracusano Orazio Sciortino ha reso omaggio a Mozart insieme al quartetto Cesar Franck e al contrabbassista Lamberto Nigro. Si continua il 19 ad Avola e il 20 a Palazzolo con la commedia in musica “Amor quando si fugge, allor si trova”.

  • Mondiali Canoa Polo 2016: va in scena la Sostenibilità Ambientale

    Emma Schembari: “Sarà la ecomanifestazione più importante d'Italia con isole ecologiche, materiali compostabili, seminari ed incontri all’insegna della Sostenibilità”

    Manca ormai poco all’inizio dei campionati mondiali 2016 di Canoa Polo che si terranno a Siracusa dal 29 agosto al 4 settembre. Un evento di portata mondiale che sta impegnando assiduamente il comitato organizzatore anche in questi giorni festivi, che darà visibilità a Siracusa in tutto il mondo e che coinvolgerà tutta la città e, in particolare modo, la zona umbertina e Ortigia.

    Saranno migliaia gli atleti, gli accompagnatori, i tifosi, i giornalisti che arriveranno per partecipare al primo mondiale di Canoa Polo realizzato all’interno del centro storico di una città millenaria.

    Caratteristica fondamentale di questo mondiale è che si tratta di un ecoevento, di una manifestazione che intende accrescere la sensibilità̀ dei cittadini, dei commercianti, dei ristoratori, degli albergatori e dei turisti verso comportamenti di sostenibilità̀ ambientale e di economia circolare che mirano alla prevenzione e riduzione di rifiuti nonché́ al consumo responsabile e alla corretta gestione dei rifiuti in tutto il territorio. In questo momento di emergenza accendere il riflettori su soluzioni efficienti e sostenibili è sicuramente molto importante.

    Quindi, il mondiale ICF Canoa Polo Syracuse 2016 riprende la politica ambientale che è stata utilizzata per le Olimpiadi di Londra 2012 ed è pensato, progettato e sarà realizzato con un'attenzione alla riduzione degli impatti, alla promozione del riuso e riciclo.

    Abbiamo sentito Emma Schembari, esperta ambientale, membro del comitato organizzatore del mondiale, che cura l’aspetto della sostenibilità, per capire meglio quali siano le azioni che si stanno attivando.

    Emma, come si svolgerà la gestione dei rifiuti in quei giorni?

    “Saranno posizionate nell’area del ponte umbertino, sede del mondiale, dieci isole ecologiche, ognuna costituita da tre bidoni da 120 litri: nell’aree lontane alla zona “food” saranno di vetro, carta e plastica, mentre nelle aree vicine all’area “food” saranno di vetro, plastica e metallo. Ogni isola ecologica sarà indicata con una bandiera, mentre il personale di Ecolandia (l’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti durante il mondiale) sarà composta da due squadre di tre persone ciascuna e da un referente che si interfaccerà con il referente responsabile dell’ambiente del mondiale.

    Nell’area relax (zona retro Palazzo Poste), nell’area “food”(zona fontana Piazzale delle Poste), saranno presenti altri bidoni di differenziato che saranno messi a disposizione dai commercianti (contenitori di preconsumo). I rifiuti differenziati saranno portati da Ecolandia alla piattaforma di riciclo Ecomac Smaltimenti dove si aprirà un bacino che funge da collettore. Nell'area atleti e in tutta l’area di pertinenza dei mondiali saranno presenti tre casette dell'acqua (messi a disposizione da Ecogreen Team).

    I pasti saranno serviti utilizzando posate, bicchieri e piatti in polpa di cellulosa (messi a disposizione da Plasticonf), compostabili, e insieme ai residui di cibo saranno raccolti e portati al CCR dell’Arenaura dove è in installazione una compostiera elettronica, messa a disposizione dalla società CRTech di Cosenza in comodato d’uso gratuito per tre mesi. Questa attrezzatura è in valutazione presso il centro di ricerca Enea della Casaccia (Lazio) con l’equipe del dott. Fabio Musmeci. I 9500 pasti giornalieri sono porzionati per avere il minor utilizzo di piatti possibile”.

    Dove sarà il fulcro della sostenibilità durante l’ecomanifestazione?

    “Il quartiere generale dell’evento sarà l’Antico Mercato di Ortigia che, oltre ad ospitare gli arbitri internazionali, ospiterà i volontari che si occuperanno della sostenibilità dell’evento, gli espositori partener tecnici e alcuni consorzi nazionali quali Corepla, Coreve, Comieco. Sono previsti più di 50 espositori durante l’evento. L’allestimento dell’antico mercato sarà curato da parte di un gruppo di architetti”.

    Quali sono i principali incontri sul tema della sostenibilità che si svolgeranno in quei giorni?

    “Durante la settimana dell'evento sono previste presentazioni e iniziative in tema di sostenibilità.

    Il 30 agosto, di pomeriggio, saranno presentati a cura degli assessori Valeria Troia e Francesco Italia, in collaborazione con l’associazione Svimed, i progetti comunitari Urban Waste ed Interwaste. Il 30 agosto, di mattina, ci sarà un seminario che si occuperà di compostaggio a Siracusa. Il 31 agosto, l’associazione Rifiuti Zero farà un ulteriore incontro di formazione sulla strategia Rifiuti Zero e l’01 settembre un ulteriore seminario su compostabile, imballaggio e sumus. Il 2 settembre è previsto un seminario a cura di Coreve per il riciclo del vetro. La segreteria organizzativa di tutti questi eventi è dell’Associazione Rifiuti Zero Siracusa”.

    Sono previste in quei giorni altre iniziative?

    “E’ previsto il vernissagge della dott.ssa Linda Schipani di Messina che da anni si occupa di riciclo dei materiali, è previsto un ecoaperitivo offerto da una società di Ragusa che offrirà vino e crostini a chilometro zero, sono previsti laboratori didattici ed ambientali per bambini a cura dell’dott.ssa Daniela Archirafi, esperta ambientale, e un laboratorio curato da Rossana Geraci con la biblioteca comunale. E’ in programma un interessante incontro con Daniele Pario Perra che da anni si occupa di comunicazione ambientale. Sono in fase di organizzazione tanti altri eventi ed incontri che faranno da cornice ai mondiali”.

    Chi paga la realizzazione degli eventi?

    “La sostenibilità della manifestazione è assicurata grazie alle associazioni di volontariato, ai partner tecnici, ai semplici cittadini che a titolo gratuito stanno mettendo a disposizione il loro tempo libero, il loro lavoro e le loro attrezzature. Nessun tipo di pagamento è previsto da parte dell’organizzazione per la realizzazione degli eventi”.

  • Avviso dell’ASP per istituire l’albo coop sociali di tipo B

    Gestiranno i servizi esternalizzabili dell’azienda sanitaria per i soggetti affetti da patologia psichiatrica. E’ il risultato dall’incontro del Coordinamento “Si può fare” col direttore generale Brugaletta. La sola risposta positiva sui 6 quesiti presentati

  • La bravata del Liceo Musicale al Gargallo: Marziano tace

    Nonostante due interrogazioni parlamentari (Zito e Vinciullo) e una diffida formale da parte dei docenti del Corbino, a Palermo ci si trincera nel silenzio: una beffa per i cittadini, che chiedono trasparenza negli atti della P.A.

  • Perchè Siracusa adotta la Strategia Rifiuti Zero

    Terza città per numero di abitanti in Italia dopo Napoli e Parma. Una scommessa difficile ma possibile con la partecipazione di tutti i cittadini

    Siracusa, con l’approvazione del consiglio comunale dell’atto di indirizzo della terza commissione consiliare, si propone a diventare la 230esima città d’Italia che adotta la Strategia Internazionale Rifiuti Zero, terza per numero di abitanti dopo Napoli e Parma. Si va così verso un impegno di obiettivi e di finalità, condivisi dai tanti comuni che vi aderiscono, che mira alla gestione integrata dei rifiuti (cosi come previsto dalla normativa europea e italiana) attraverso i “10 passi” che scandiscono il percorso necessario.

    Il movimento dei comuni che adottano la Strategia internazionale Rifiuti Zero nasce nel 2003 e la prima città che vi fa parte è Camberra (Australia) e, successivamente, molte altre piccole e grosse città di tutti i cinque continenti. Lo scopo del movimento è di mettere in rete le esperienze positive sui temi dei rifiuti; una tra queste è, sicuramente, quella della città di San Francisco (California), un comune di oltre un milione di abitanti che ha raggiunto una percentuale di circa l’80% di differenziata, riducendo progressivamente la quantità di rifiuti prodotti per abitante e che ha creato, attraverso l’adozione della Strategia, più di centomila mila nuovi posti di lavoro.

    Il nostro modello di sviluppo viene così ripensato nella direzione della sostenibilità attraverso la minimizzazione dell’uso delle materie prime e la massimizzazione del risparmio energetico e del riciclo dei rifiuti prodotti. Una vera rivoluzione culturale che porta alla costruzione e realizzazione di una visione che non può non avere ricadute positive per la salute, l'economia e l’ambiente della città, attraverso la declinazione dei dieci passi della Strategia Rifiuti Zero in scelte quotidiane e di responsabilità che coinvolgono e aggregano le comunità locali.

    La Strategia promuove, quindi, un patto sociale tra i cittadini-consumatori (che “con le loro mani” si impegnano a trasformare i rifiuti prodotti in materie prime, differenziando), i produttori (che si impegnano ad eliminare dal mercato i prodotti non riciclabili o non compostabili) e la classe politica-amministrativa (che in sinergia con gli imprenditori locali garantisce il funzionamento e la chiusura del ciclo attraverso politiche di gestione integrata dei rifiuti).

    In questo modo si evita di perseguire soluzioni apparentemente facili (grosse discariche, grossi inceneritori) che configurano “politiche dello struzzo” e si propone un modello che permette la creazione di nuovi posti di lavoro con la definizione di piani sulla differenziata che possono essere più efficaci e duratori di qualsiasi altro sistema impiantistico invasivo dal punto di vista ambientale.

    Molti comuni che hanno adottato la Strategia Rifiuti Zero nel giro di pochi anni hanno visto migliorare i parametri legati alla gestione dei rifiuti. Consideriamo, per esempio, il caso del comune di Ferla che con la svolta del 2014, da una percentuale di raccolta differenziata del 5%, è arrivata oggi al 60%. Una scommessa vinta dal sindaco Michelangelo Giansiracusa che certo anche per questo ha visto riconfermato il suo mandato nel comune considerato uno dei “borghi più belli di Italia”.

    Perché la città di Siracusa ha adottato la Strategia Rifiuti Zero?

    Ogni comune può aderire a questa strategia purché dimostri e consolidi la volontà di seguire i “dieci passi”. Quindi può accadere che un comune la adotti per passare, per esempio, dal 50% di raccolta differenziata al 70%, oppure, come nel caso di Ferla, dal 5% al 60%.

    Negli ultimi anni il comune di Siracusa ha già espresso (attraverso le parole degli assessori all’ambiente e del sindaco) e ha formalizzato in atti pubblici, programmatori ed istituzionali, la sua volontà di adottare la Strategia Rifiuti Zero e di perseguirne tutti gli obiettivi. Ha manifestato quindi la volontà ad intraprendere questo percorso culturale, di una partecipazione che parte dal basso, per esempio, nel piano di intervento approvato dalla Regione Sicilia e/o nel nuovo bando della gara di appalto per la gestione dei rifiuti in città in cui si parlava di prevenzione, riduzione, di riuso, di porta a porta, di differenziata e di ecostazioni.

    Utilizzando un contratto di appalto risalente al 2003, a questa volontà sono seguite azioni come il monitoraggio e il controllo del sistema rifiuti in città, l’apertura di un secondo centro comunale di raccolta, la normalizzazione della filiera di riciclo con gli accordi con le due piattaforme CONAI esistenti nel territorio e con contratti con aziende per il recupero degli sfalci di potatura, la raccolta degli oli esausti e dei RAEE, la campagna di “Compostiamoci Bene” con la distribuzione di compostiere, campagne di informazione ed ecoeventi. Un percorso possibile grazie anche alle tante associazioni esistenti a Siracusa che hanno fatto proprie gli obiettivi della Strategia.

    Perché l’ha adottata adesso?

    La richiesta dell’associazione Rifiuti Zero Siracusa è stata per la prima volta formalizzata nel settembre del 2014, è stata discussa nelle commissioni, sono state tenute delle audizioni, ed è stata calendarizzata adesso in consiglio comunale dopo un processo e un percorso di maturazione.

    È stata votata dai consiglieri sia della maggioranza che dell’opposizione, e nelle dichiarazioni di voto di quasi tutti loro si è potuto apprezzare, comunque, l’adesione agli obiettivi della Strategia.

    È vero, siamo in un periodo di emergenza, ma l’emergenza è latente a livello regionale da tantissimi anni perché non si è mai attuata concretamente una politica basata su questa strategia e il piano regionale dei rifiuti non è mai stato mai completato. Le ordinanze e le disposizioni attuative regionali di questo ultimo periodo tendono ad arginare un sistema dei rifiuti che è collassato.

    È da molti, tantissimi anni, che la regione è in emergenza e dal 1999 fino al 2013, ha avuto anche un commissario straordinario per la gestione dei rifiuti, e a tutto ciò si aggiunge le tante proroghe del servizio di gestione a Siracusa e una gara di appalto che ancora, dopo 19 mesi, non vede luce di completamento.

    La strada è lunga, non semplice, ma l’adozione della strategia rifiuti zero deve essere vista come un ulteriore tassello per il raggiungimento della gestione integrata dei rifiuti, un ulteriore passo che Siracusa fa nella direzione della sostenibilità ambientale e dell’economia circolare.

    Quindi, l’adesione è un’occasione per la cittadinanza chiedendo ancor più di quello che si è fatto, richiedendo una raccolta porta a porta spinta, l’istituzione di un osservatorio con il compito di monitorare il percorso e di indicare criticità e soluzioni (cosi come anche previsto dalla legge n.09/2010 con la richiesta di costituzione di un “comitato indipendente per la qualità del servizio e della raccolta”), la promozione del compostaggio individuale e di comunità, la realizzazione di un centro di riuso all’interno del centro comunale di raccolta (CCR) (previsto dal collegato alla finanziaria), una tariffazione puntuale e premiante per i cittadini virtuosi.

    L’amministrazione comunale di Siracusa potrà giovarsi dell’adesione alla Strategia anche nella partecipazione a progetti nazionali ed europei che richiedono atti formali in questa direzione.

    Sono note le molte, tante, criticità presenti nel territorio relativamente alla questione dei rifiuti ma questo non può fermarci. La strategia Rifiuti Zero è una proposta valida di gestione dei rifiuti, per passare dall'emergenza a risultati prima inimmaginabili.

    Ci vuole coraggio e passione per cambiare e migliorare la nostra città e per credere che un futuro migliore sia possibile.

     

                     Salvo La Delfa

                  Presidente Associazione Rifiuti Zero Siracusa

  • L’azione giudiziaria è l’unica che può fare chiarezza al Comune

    Le indagini vanno condotte con la maggiore celerità possibile anche acquisendo quell’ulteriore 70% di registrazioni possedute dalla consigliera Princiotta, che potrebbero contenere reati ancora più gravi del 30% fin qui rivelato

  • Se ci sono super-eroi perché non li hanno indicati al sindaco?

    All’indomani della nomina dei due nuovi assessori (l’avv. Giovanni Sallicano e la dott.ssa Grazia Miceli) si inasprisce la lotta interna al PD. “Non è questa la Giunta di alto profilo etico”, dicono gli oppositori guardandosi bene dal proporre nomi alternativi

  • MARCELLO PERRACCHIO PREMIATO AD “ATTO UNICO”

    A conclusione del Teatro Festival Noto, il riconoscimento alla lunga e fortunata carriera dell’attore modicano, noto al grande pubblico per il personaggio del medico legale dottor Pasquano nella serie de Il commissario Montalbano.

  • Azzerando la giunta si vuole tenere Garozzo sotto scacco

    La sprezzante e inconsueta dichiarazione dei segretari del PD siracusano ingenera il sospetto che la delegittimazione del primo cittadino sia più importante del ripristino di un'amministrazione funzionale

  • "ITALIA CHE CAMBIA": AGENTI DEL CAMBIAMENTO IN SICILIA. E' A SIRACUSA, A SETTEMBRE IL 1° INCONTRO

    Sette sentieri di un percorso collettivo per chi vuole costruire un nuovo paradigma culturale, un nuovo modo di essere e agire: per l'associazione ICC vivere in maniera solidale, cooperativa, etica può portare a una società migliore. L'obiettivo è per il 2040: il cammino è iniziato

News

Al via Syrakammus, festival di musica da camera, teatro e arte contemporanea

Cultura
Maria Lucia Riccioli
Venerdì, 19 Agosto 2016 10:09
Il pianista siracusano Orazio Sciortino ha reso omaggio a Mozart insieme al quartetto Cesar Franck e al contrabbassista Lamberto Nigro. Si continua il 19 ad Avola e il 20 a Palazzolo con la commedia in musica “Amor quando si fugge, allor si trova”.
leggi tutto

Mondiali Canoa Polo 2016: va in scena la Sostenibilità Ambientale

Rifiuti
Salvo La Delfa
Sabato, 13 Agosto 2016 15:49
Emma Schembari: “Sarà la ecomanifestazione più importante d'Italia con isole ecologiche, materiali compostabili, seminari ed incontri all’insegna della Sostenibilità” Manca ormai poco all’inizio dei campionati mondiali 2016 di Canoa Polo che si terranno a Siracusa dal 29 agosto al 4 settembre. Un evento di portata mondiale che sta impegnando assiduamente il comitato organizzatore anche in questi giorni festivi, che darà visibilità a Siracusa in tutto il mondo e che coinvolgerà tutta la città e, in particolare modo, la zona umbertina e Ortigia. Saranno migliaia gli atleti, gli accompagnatori, i tifosi, i giornalisti che arriveranno per partecipare al primo mondiale di Canoa Polo realizzato all’interno del centro storico di una città millenaria. Caratteristica fondamentale di questo mondiale è che si tratta di un ecoevento, di una manifestazione che intende accrescere la sensibilità̀
leggi tutto

Avviso dell’ASP per istituire l’albo coop sociali di tipo B

Sanità
Nunziatina La Rosa
Venerdì, 12 Agosto 2016 18:17
Gestiranno i servizi esternalizzabili dell’azienda sanitaria per i soggetti affetti da patologia psichiatrica. E’ il risultato dall’incontro del Coordinamento “Si può fare” col direttore generale Brugaletta. La sola risposta positiva sui 6 quesiti presentati
leggi tutto

La bravata del Liceo Musicale al Gargallo: Marziano tace

Scuola
Redazione civetta
Venerdì, 12 Agosto 2016 16:28
Nonostante due interrogazioni parlamentari (Zito e Vinciullo) e una diffida formale da parte dei docenti del Corbino, a Palermo ci si trincera nel silenzio: una beffa per i cittadini, che chiedono trasparenza negli atti della P.A.
leggi tutto

Perchè Siracusa adotta la Strategia Rifiuti Zero

Rifiuti
Salvo La Delfa
Sabato, 06 Agosto 2016 16:07
Terza città per numero di abitanti in Italia dopo Napoli e Parma. Una scommessa difficile ma possibile con la partecipazione di tutti i cittadini Siracusa, con l’approvazione del consiglio comunale dell’atto di indirizzo della terza commissione consiliare, si propone a diventare la 230esima città d’Italia che adotta la Strategia Internazionale Rifiuti Zero, terza per numero di abitanti dopo Napoli e Parma. Si va così verso un impegno di obiettivi e di finalità, condivisi dai tanti comuni che vi aderiscono, che mira alla gestione integrata dei rifiuti (cosi come previsto dalla normativa europea e italiana) attraverso i “10 passi” che scandiscono il percorso necessario. Il movimento dei comuni che adottano la Strategia internazionale Rifiuti Zero nasce nel 2003 e la prima città che vi fa parte è Camberra (Australia) e, successivamente, molte altre piccole e grosse città di tutti i cinque continenti. Lo scopo
leggi tutto

L’azione giudiziaria è l’unica che può fare chiarezza al Comune

Siracusa
Marina De Michele
Giovedì, 04 Agosto 2016 10:52
Le indagini vanno condotte con la maggiore celerità possibile anche acquisendo quell’ulteriore 70% di registrazioni possedute dalla consigliera Princiotta, che potrebbero contenere reati ancora più gravi del 30% fin qui rivelato
leggi tutto

Se ci sono super-eroi perché non li hanno indicati al sindaco?

Siracusa
Aldo Castello
Giovedì, 04 Agosto 2016 10:00
All’indomani della nomina dei due nuovi assessori (l’avv. Giovanni Sallicano e la dott.ssa Grazia Miceli) si inasprisce la lotta interna al PD. “Non è questa la Giunta di alto profilo etico”, dicono gli oppositori guardandosi bene dal proporre nomi alternativi
leggi tutto

MARCELLO PERRACCHIO PREMIATO AD “ATTO UNICO”

Cultura
Maria Lucia Riccioli
Lunedì, 01 Agosto 2016 19:58
A conclusione del Teatro Festival Noto, il riconoscimento alla lunga e fortunata carriera dell’attore modicano, noto al grande pubblico per il personaggio del medico legale dottor Pasquano nella serie de Il commissario Montalbano.
leggi tutto

Azzerando la giunta si vuole tenere Garozzo sotto scacco

Siracusa
Franco Oddo
Giovedì, 28 Luglio 2016 20:19
La sprezzante e inconsueta dichiarazione dei segretari del PD siracusano ingenera il sospetto che la delegittimazione del primo cittadino sia più importante del ripristino di un'amministrazione funzionale
leggi tutto

GIUNTA GAROZZO: SI AZZERA O SI RILANCIA?

Siracusa
Aldo Castello
Venerdì, 22 Luglio 2016 11:43
Stasera la riunione del partito dalla quale dovrebbe emergere la risposta. Ma cosa nasconde davvero la crisi politica interna al PD?
leggi tutto

Home

L’azione giudiziaria è l’unica che può fare chiarezza al Comune

Le indagini vanno condotte con la maggiore celerità possibile anche acquisendo quell’ulteriore 70% di registrazioni possedute dalla consigliera Princiotta, che potrebbero contenere reati ancora più gravi del 30% fin qui rivelato

Leggi tutto: L’azione giudiziaria è l’unica che può fare chiarezza al Comune

Se ci sono super-eroi perché non li hanno indicati al sindaco?

All’indomani della nomina dei due nuovi assessori (l’avv. Giovanni Sallicano e la dott.ssa Grazia Miceli) si inasprisce la lotta interna al PD. “Non è questa la Giunta di alto profilo etico”, dicono gli oppositori guardandosi bene dal proporre nomi alternativi

Leggi tutto: Se ci sono super-eroi perché non li hanno indicati al sindaco?

Azzerando la giunta si vuole tenere Garozzo sotto scacco

La sprezzante e inconsueta dichiarazione dei segretari del PD siracusano ingenera il sospetto che la delegittimazione del primo cittadino sia più importante del ripristino di un'amministrazione funzionale

Leggi tutto: Azzerando la giunta si vuole tenere Garozzo sotto scacco

Cronaca semiseria di un sogno di mezza estate

Fatti e personaggi descritti sono frutto di pura fantasia. Ogni eventuale e possibile riferimento è puramente casuale.

Leggi tutto: Cronaca semiseria di un sogno di mezza estate

Il Bar sotto il Mare

Patto Evoluzione Civica-Meridiana, ccà si fémmunu i ‘rralòggi

Carmelo Maiorca
Martedì, 05 Luglio 2016 16:15

Il nuovo che avanza lavato e risciacquato

Carmelo Maiorca
Domenica, 26 Giugno 2016 09:51

E Gian&Carlo si separò da Gianni e Ginotto

Carmelo Maiorca
Giovedì, 02 Giugno 2016 17:54

Cultura

Al via Syrakammus, festival di musica da camera, teatro e arte contemporanea

Maria Lucia Riccioli
Venerdì, 19 Agosto 2016 10:09

MARCELLO PERRACCHIO PREMIATO AD “ATTO UNICO”

Maria Lucia Riccioli
Lunedì, 01 Agosto 2016 19:58

“I miei personaggi non li assolvo io ma la giustizia”

Maria Lucia Riccioli
Giovedì, 21 Luglio 2016 13:08

Dossier

La scoliosi come malattia sociale

Maria Vernali
Venerdì, 01 Luglio 2016 15:58

Deposito GNL: si può fare, non è un rigassificatore

Enzo Parisi
Lunedì, 27 Giugno 2016 19:05

PRP va cambiato, mai giunti containers nel porto di Augusta

Enzo Parisi
Lunedì, 27 Giugno 2016 16:27

Chi siamo

Continueremo a difendere l’ambiente, il multiculturalismo, il welfare, l’etica politica, a lottare contro ogni sfruttamento delle persone, delle città e dei territori, a sostenere la necessità di uno sviluppo economico coniugato con l’ecosostenibilità delle iniziative.

Dove siamo


Via Pordenone, 6 - Siracusa

Contattaci

Se ci vuoi supportare, chiamaci allo 3331469405 / 3337179937 o manda un'email a: redazione@lacivettapress.it

Showcases

Background Image