CULTURA

Studentessa ipoudente di Floridia vince la finale nazionale di corsa campestre

  • Stampa

Studentessa ipoudente di Floridia vince la finale nazionale di corsa campestre

La sedicenne Martina Benincasa primeggia nella categoria allieve Hs. Grande soddisfazione anche per l’Istituto Fermi, dove studia, e per la sua prof. Adriana Drago

Martina Benincasa, anno di nascita 1999, abita a Floridia e frequenta l'Iti E.Fermi di Siracusa. Una ragazza dolce ma tenace, così la descrivono i suoi docenti tra i quali spicca la professoressa di scienze motorie, Adriana Drago, che ha avuto il piacere di seguirla ed accompagnarla.

Martina ha disputato la fase nazionale a Cesenatico partecipando come individualista e conquistando il primo posto nella categoria Allieve Hs in occasione della finale nazionale dei campionati studenteschi di corsa campestre. 446 atleti delle categorie cadetti ed allievi, rispettivamente del 1° e 2° grado, e le categorie dei diversamente abili. Tutti protagonisti attivi di uno dei momenti più importanti dell’atletica giovanile. Martina, il cui sport è la pallacanestro, si è messa in gioco perché, anche con sofferenza, è una ragazza che vuole arrivare al traguardo, che non molla mai. Ipoudente, ha sempre affrontato la sua, seppur lieve diversità, con grande forza e misurandosi comunque al pari degli altri.

Il dirigente scolastico, Alfonso Randazzo, fiero dell’allieva e del risultato conseguito, ha porto personalmente gli auguri alla prof.ssa Drago e Martina, allieva orgoglio della scuola e di tutti i colleghi dell’Istituto tecnico Fermi. L'evento nazionale, promosso dal Ministero dell’istruzione, dalla FIDAL, dal Comitato Italiano Paralimpico e dal CONI insieme al Comune di Cesenatico, ha coinvolto complessivamente 120mila ragazzi ed è stato un vanto anche per il direttore tecnico delle squadre nazionali giovanili Stefano Baldini (oro olimpico in maratona di Atene 2004), che ha affermato come questi momenti siano un’occasione per far conoscere l’atletica a chi pratica altri sport.

Anche noi porgiamo i nostri auguri a Martina affinchè sappia misurarsi sempre nella vita e sia da sprone ed esempio così come nell’atletica anche nella vita.