CULTURA

Vernissage di “IncontrArte” venerdì a Palazzo Impellizzeri

  • Stampa

Vernissage di “IncontrArte” venerdì a Palazzo Impellizzeri

Espongono Adele Caruso e Paolo Carnemolla. La Caruso, organizzatrice di eventi similari a Floridia e Solarino, presenta tele, sculture, bigiotteria e oggetti in ceramica; Carnemolla, seguace dell’astrattismo formale, esprime forti emozioni per il sapiente uso di tessere geometriche e linee con densità coloristica

Il 7 novembre alle ore 18.30, presso Palazzo Impellizzeri in via Maestranza a Siracusa, il professor Giuseppe Cassisi introdurrà la mostra “IncontrArte” di Adele Caruso e Paolo Carnemolla.

Paolo Carnemolla, che lavora con la spatola stendendo sulla tela i colori, ha ormai acquisito uno stile riconoscibile e riconducibile all’astrattismo informale: le “tessere” geometriche che compongono i quadri di Carnemolla sono accostate in modo da creare abbinamenti di colore, accostamenti di linee, in un insieme armonico e conchiudente.

Adele Caruso, pur provenendo da studi scientifici, si è dedicata all’arte in senso lato, dipingendo, scolpendo e realizzando bigiotteria e oggetti in ceramica.

Ha esposto in numerose mostre collettive e ha fatto parte di diversi movimenti artistici.

È stata promotrice di “È-vento d’arte” ed organizzatrice delle tre mostre cui il gruppo ha preso parte presso la sala consiliare del Comune di Solarino e a Floridia (Museo d’arte contemporanea, sala giunta e parco storico “Lucia Migliaccio”), associate a dibattiti su fotografia, matematica ed arte – insieme ai professori Salvatore Zito, Enzo Insolia e Salvo Sequenzia.

I due artisti sono caratterizzati da una continua ricerca espressiva, stimolata dal confronto continuo con le problematiche socio-culturali e dall’ascolto profondo delle istanze creative.

La mostra sarà visitabile fino al 9 novembre dalle 18 alle 22.