• IL GRUPPO NAPAG SMENTISCE COINVOLGIMENTI NEL SISTEMA AMARA

     

    Come già l’Eni e l’ad Claudio Descalzi anche il Gruppo Napag prende le distanze dal Sistema Amara e precisa, con un comunicato stampa, “la propria correttezza imprenditoriale e la estraneità del gruppo a qualsiasi ipotesi di illecito e/o di complotto e/o di utilizzo di movimentazioni economiche sospette come tali estranee all’operato della Napag”.

    Il gruppo Napag smentisce quindi categoricamente che la Napag Italia Srl (società capogruppo di esclusiva proprietà della famiglia Mazzagatti e della famiglia Almatrook) o altre società del Gruppo siano “riconducibili alla figura dell’Avv. Amara o altra persona allo stesso collegata, ovvero che lo stesso Avv. Amara abbia alcuna partecipazione diretta e/o indiretta nelle società del gruppo Napag”.  

    I rapporti con l’Avv. Amara “si sono limitati ad attività professionale di consulenza legale (resa peraltro dallo stesso Amara per numerose società, tra cui anche società del gruppo ENI) prestata negli anni 2016 e 2017” regolarmente remunerate e fatturate. Si ribadisce l’assoluta estraneità alle vicende relative al cosiddetto depistaggio o ad altre ipotesi di complotto “che non si relazionano in alcun modo con l’attività imprenditoriale” del gruppo che in tutti i rapporti economici e imprenditoriali intercorsi con ENI ha agito nella “piena correttezza e legalità”.

    “In particolare – si specifica - con riferimento alla transazione relativa finalizzata alla vendita da Napag Italia ad ENI di 25.000 MT di prodotto HDPE nel maggio 2018 – che, dalle anticipazioni apparse sui giornali, verrebbe ritenuta dagli inquirenti il veicolo di pagamento in favore dell’avv. Amara - essa non è stata portata a termine per cause esterne per cui la società ha restituito in maniera puntuale, come da accordi conclusi tra le parti, l’intera somma oggetto di prepagamento. Peraltro, all’esito di tale operazione, ENI ha ricavato un margine di profitto per come dalla stessa pubblicamente riconosciuto. La relativa transazione, pertanto, non solo è stata pienamente legittima ma anche fonte di ricavi documentati e documentabili per la medesima ENI” di cui si dà conto in una memoria tecnica depositata presso la Procura della Repubblica di Milano allo scopo di evidenziare “inequivocabilmente la veridicità e correttezza operativa e contabile”.

    “Il Gruppo Napag ha conferito espresso mandato ai propri legali al fine di tutelare l’immagine della società in relazione alle dichiarazioni che - secondo le notizie di stampa – sarebbero state rese agli inquirenti da un manager ENI (tale Carollo), secondo le quali l’Avv. Amara avrebbe sostenuto di avere un interesse personale in relazione alla Napag (notizie che, peraltro, sono già state pubblicamente smentite dal diretto interessato Avv. Amara), La Napag smentisce categoricamente il contenuto di dette dichiarazioni, e di altre del medesimo tenore, definendo tali dichiarazioni non corrispondenti al vero, diffamatorie ed estremamente lesive della propria immagine imprenditoriale”.

  • INTERVISTA A TUTTO CAMPO A SILVIA RUSSONIELLO M5S

    "Se come consiglieri continueremo a essere marginali, ci dimetteremo tutti"

  • IL SOSTITUTO MARCO DI MAURO OTTIENE IL TRASFERIMENTO A MILANO

    Con la sua richiesta, per regolamento, vengono così meno le ragioniper il trasferimento d'ufficio avviato dalla Prima Commissione del CSM

  • Lignea è la personale di Antonio Sciacca

    In mostra fino a martedì 16 all'antico Mercato il finissage, con il patrocinio del comune di Siracusa

  • A 50 anni dell’atterraggio lunare 10 fatti bizzarri e meravigliosi sull'Apollo 11

    Il 20 Luglio 1969, per la prima volta nella storia dell’umanità, una navicella si posa sul suolo lunare con a bordo due astronauti.

  • MAESTRO IN ABUSO DELLA CREDULITA’ POPOLARE

    “Non vedo l’ora di incontrarla in tribunale per guardarla in faccia!” Così ha tuonato il 6 luglio 2019 il ministro della propaganda. L’ennesima menzogna poiché, in realtà, non ne avrebbe mai il coraggio. L’ennesimo abuso della credulità popolare.

  • “Auchan, sfruttato il territorio, ha deciso di chiudere tutto”

    Vasquez (Filcams Cgil): “I grossi marchi, per il calo di fatturato, stanno abbandonando la Sicilia”, “In maggioranza vi sono contratti part time, mai di 40 ore, anche se poi si lavora di più”

  • L’ultimo giallo di Cacopardo e la crisi della giustizia in Italia

    La nuova indagine del sostituto procuratore Italo Agrò tra affari, potere, corruzione, criminalità nell’Italia di ieri e di oggi

  • Dopo due anni, differenziata e porta e porta non funzionano

    È meglio tenere venti carrellati fissi in una via con 3–4 condomini per marciapiede o erano meglio i vecchi 2–3 cassonetti di una volta?

News

IL GRUPPO NAPAG SMENTISCE COINVOLGIMENTI NEL SISTEMA AMARA

Siracusa
REDAZIONE CIVETTA
Domenica, 21 Luglio 2019 19:59
  Come già l’Eni e l’ad Claudio Descalzi anche il Gruppo Napag prende le distanze dal Sistema Amara e precisa, con un comunicato stampa, “la propria correttezza imprenditoriale e la estraneità del gruppo a qualsiasi ipotesi di illecito e/o di complotto e/o di utilizzo di movimentazioni economiche sospette come tali estranee all’operato della Napag”. Il gruppo Napag smentisce quindi categoricamente che la Napag Italia Srl (società capogruppo di esclusiva proprietà della famiglia Mazzagatti e della famiglia Almatrook) o altre società del Gruppo siano “riconducibili alla figura dell’Avv. Amara o altra persona allo stesso collegata, ovvero che lo stesso Avv. Amara abbia alcuna partecipazione diretta e/o indiretta nelle società del gruppo Napag”.   I rapporti con l’Avv. Amara “si sono limitati ad attività professionale di consulenza legale (resa peraltro dallo stes
leggi tutto

INTERVISTA A TUTTO CAMPO A SILVIA RUSSONIELLO M5S

Siracusa
ANTONIO ANDOLFI
Giovedì, 18 Luglio 2019 11:44
"Se come consiglieri continueremo a essere marginali, ci dimetteremo tutti"
leggi tutto

IL SOSTITUTO MARCO DI MAURO OTTIENE IL TRASFERIMENTO A MILANO

Siracusa
GIANFRANCO PENSAVALLI
Giovedì, 18 Luglio 2019 11:28
Con la sua richiesta, per regolamento, vengono così meno le ragioniper il trasferimento d'ufficio avviato dalla Prima Commissione del CSM
leggi tutto

Lignea è la personale di Antonio Sciacca

Cultura
FRANCESCO MAGNANO
Sabato, 13 Luglio 2019 10:12
In mostra fino a martedì 16 all'antico Mercato il finissage, con il patrocinio del comune di Siracusa
leggi tutto

A 50 anni dell’atterraggio lunare 10 fatti bizzarri e meravigliosi sull'Apollo 11

Attualità
CARLO NOCITA
Lunedì, 08 Luglio 2019 22:36
Il 20 Luglio 1969, per la prima volta nella storia dell’umanità, una navicella si posa sul suolo lunare con a bordo due astronauti.
leggi tutto

MAESTRO IN ABUSO DELLA CREDULITA’ POPOLARE

Attualità
PAOLO MAGNANO
Domenica, 07 Luglio 2019 11:13
“Non vedo l’ora di incontrarla in tribunale per guardarla in faccia!” Così ha tuonato il 6 luglio 2019 il ministro della propaganda. L’ennesima menzogna poiché, in realtà, non ne avrebbe mai il coraggio. L’ennesimo abuso della credulità popolare.
leggi tutto

“Auchan, sfruttato il territorio, ha deciso di chiudere tutto”

Lavoro
ANTONIO ANDOLFI
Domenica, 30 Giugno 2019 09:58
Vasquez (Filcams Cgil): “I grossi marchi, per il calo di fatturato, stanno abbandonando la Sicilia”, “In maggioranza vi sono contratti part time, mai di 40 ore, anche se poi si lavora di più”
leggi tutto

L’ultimo giallo di Cacopardo e la crisi della giustizia in Italia

Cultura
CARMELO MAIORCA
Sabato, 29 Giugno 2019 19:53
La nuova indagine del sostituto procuratore Italo Agrò tra affari, potere, corruzione, criminalità nell’Italia di ieri e di oggi
leggi tutto

Dopo due anni, differenziata e porta e porta non funzionano

Siracusa
ALDO CASTELLO
Sabato, 29 Giugno 2019 19:50
È meglio tenere venti carrellati fissi in una via con 3–4 condomini per marciapiede o erano meglio i vecchi 2–3 cassonetti di una volta?
leggi tutto

Home

Dei delinquenti e dei vigliacchi

La Civetta di Minerva, 16 marzo 2018

Nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di vedere, in televisione o sui nostri computer, le immagini di quelle due gentili donne che picchiavano la vecchietta a Trapani, che sputavano nella sua minestra e tenevano il piatto della poverina accanto al sacco della spazzatura. Poi abbiamo visto le maestre picchiare e strattonare bambini di tre, quattro, cinque anni, all'asilo. Poi abbiamo rivisto Trapani, con una coppia che picchiava e maltrattava dei vecchietti, imbottendoli anche di sonniferi per renderli ancora più indifesi e meno rumorosi durante la notte.

Che dire? Questi elementi non meritano commenti: è gentaglia e speriamo che paghino tutte le loro colpe e brucino all'inferno per tutti i secoli dei secoli. E' gente malvagia, priva di una vera coscienza, della consapevolezza, di un minimo di umanità. Non serve apostrofarli con tutti i peggiori termini che ci vengono in mente, perché tutti quei termini non sarebbero comunque abbastanza.

E allora la mia attenzione questa volta va ai vicini di casa di quei vecchietti, alle colleghe di quelle maestre manesche. Ecco, ancora di più mi fanno rabbia queste persone: ancora di più perché vestono i panni di persone per bene, che queste schifezze non le fanno e che mai alzerebbero una mano contro i vecchietti o contro i bambini, ma non alzano la mano nemmeno per fermare gli aguzzini.

Questi soggetti, che sentono i vecchietti urlare e non intervengono, che sentono le loro colleghe aggredire i bambini e non le fermano... Ecco, questi soggetti devono vergognarsi di esistere. Perché il loro silenzio è complice, il loro silenzio consente questi soprusi. Sono loro, che non agiscono, che non chiamano i soccorsi, che non denunciano, che non si espongono a consentire a quegli animali di agire indisturbati ai danni dei più indifesi.

Ed infatti, se qualcuno interviene le sevizie si arrestano, le torture finiscono, i soprusi cessano. Questi delinquenti, seppure la giustizia non li ferma per sempre, perdono il loro potere: smettono di insegnare, smettono di uscire per strada, smettono. I loro volti diventano pubblici, le loro miserie vengono sbandierate ai quattro venti, le loro facce inondate di insulti, seppure virtuali.

Ma se nessuno interviene, se sentendo le urla e le richieste di aiuto i signori di Trapani hanno preferito tapparsi le orecchie e, magari, chiudere le finestre.... Bene, loro, col loro colpevole silenzio, hanno contribuito a queste torture e, se io fossi il magistrato inquirente, non mi fermerei a dire "non potevano non sentire", ma li chiamerei alla sbarra tutti, uno ad uno, e chiederei loro conto di questa omissione.

Io vorrei che fossero resi pubblici i volti di questi soggetti, come quelli degli aguzzini, perché anche loro hanno contribuito a rendere la vita di questi poveretti un vero e proprio inferno. E dire che non sono stati loro a colpire non significa niente perché la loro vigliaccheria ferisce alla stessa maniera, e forse anche di più.

Col Carnevale prima delle elezioni, coi volantini non si può fare coriandoli

L’AZZECCAGARBUGLI - I candidati non cedono alla scaramanzia e non si preoccupano affatto che con le loro immagini si possano fare bamboline voodoo o bersagli per il gioco delle freccette

Leggi tutto: Col Carnevale prima delle elezioni, coi volantini non si può fare coriandoli

L’Azzeccagarbugli. Impresentabili parte seconda. Cui prodest?

Perché mai una persona dovrebbe dare la sua preferenza a un inquisito, a un indagato o addirittura a un condannato, potendo invece scegliere un soggetto senza scheletri nell'armadio?

Leggi tutto: L’Azzeccagarbugli. Impresentabili parte seconda. Cui prodest?

Vivevano in casa con due belve e i bambini

La terribile morte di una bimba sbranata dai pitbull di famiglia fa riflettere. Andrebbe vietata la coabitazione di cani feroci con le famiglie, specie se hanno figli piccoli

Leggi tutto: Vivevano in casa con due belve e i bambini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Bar sotto il Mare

Sistema Amara, oltre la notizia

CARMELO MAIORCA
Domenica, 02 Giugno 2019 16:06

Bar sotto il mare, botta e risposta

Vinciullo-Maiorca
Domenica, 03 Giugno 2018 11:53

Le giravolte di Vinciullo e degli ex grillini Russo e Napolitano

CARMELO MAIORCA
Mercoledì, 09 Maggio 2018 12:38

Cultura

Lignea è la personale di Antonio Sciacca

FRANCESCO MAGNANO
Sabato, 13 Luglio 2019 10:12

Dossier

Legge sull'acqua: in Commissione ok alla ripubblicizzazione

MARCO BERSANI
Giovedì, 21 Febbraio 2019 19:22

Sai 8 versò agli avv. Amara e Toscano quasi 3,3 milioni

MARINA DE MICHELE
Martedì, 22 Gennaio 2019 15:32

Processo Sai 8, col cerino in mano è rimasto solo l’AD Ferraglio

Marina De Michele
Domenica, 20 Gennaio 2019 08:26

Chi siamo

Continueremo a difendere l’ambiente, il multiculturalismo, il welfare, l’etica politica, a lottare contro ogni sfruttamento delle persone, delle città e dei territori, a sostenere la necessità di uno sviluppo economico coniugato con l’ecosostenibilità delle iniziative.

Privacy Policy Cookie Policy

Dove siamo


Viale Santa Panagia 136/H

Contattaci

Se ci vuoi supportare, chiamaci allo 3331469405 / 3337179937 o manda un'email a: redazione@lacivettapress.it / postmaster@pec.lacivettapress.it

Showcases

Background Image