Se i problemi della società sono troppo grossi per il singolo individuo, forse vale la pena rifletterci insieme. Da questa consapevolezza nasce la scelta del gruppo “Siracusa resiliente”, che riunisce cittadini e associazioni interessati ai temi della globalità, dei suoi sviluppi e delle conseguenze che essi comportano nel microcosmo di ciascuno.

“Per affrontare i cambiamenti necessari riteniamo che sia importante avere una buona teoria (o una chiara visione d’insieme), nonché la voglia di metterla in atto e la disponibilità a correggere gli errori di percorso- spiegano alcuni degli ispiratori del gruppo. Il benessere a cui ci siamo assuefatti è a rischio. La democrazia che siamo riusciti a realizzare si va svuotando di significato e rimane piuttosto formale: ogni livello decisionale viene schiacciato dalla prevaricazione di un potere diverso o superiore. Il nostro paradigma economico poggia su pilastri che scricchiolano: il libero mercato non crea equilibrio, ma acuisce le sperequazioni. Ed è esso stesso un problema. L’obiettivo del nostro gruppo? Intraprendere un cammino verso un grande cambiamento culturale e spirituale: un percorso di ricerca e di azione di scelte possibili e praticabili. Solo questa unione di ricerca e azione ci potrà permettere di sviluppare con coerenza ed armonia il nostro progetto nella pratica quotidiana. Altrimenti rischieremmo di essere facili prede dello scoraggiamento”. Leggi tutto ...

 

 

L'economista Tonino Perna: “Si riduce il debito pubblico non uscendo dall’euro ma introducendo un’altra moneta locale”.

Leggi tutto...

L’economista Giovanni Zero ricostruisce fatti e personaggi che hanno segnato la storia del Paese. Tra questi Filippo Cordova, che nel 1868 disse: “Se consentite a una banca privata, senza corrispettivo aureo, di stampare banconote ne farà tante da comprare il Parlamento”

Leggi tutto...

Proseguono gli incontri bilaterali con i politici del territorio. Prossimo incontro di Siracusa Resiliente con l’on. Vinciullo

 

Leggi tutto...

Raniero La Valle e il referendum: “La riduzione del controllo democratico dettata dagli interessi dei grandi della terra”. Sintesi del robusto discorso tenuto a Siracusa a sostegno delle ragioni del NO

Leggi tutto...

Stilato un documento di proposte, è stato sottoposto alla classe dirigente del territorio per iniziative parlamentari

Leggi tutto...

La legge di riforma costituzionale approvata il 12 aprile 2016 sarà sottoposta a referendum confermativo il 4 dicembre 2016. La consultazione non prevede un “quorum” la legge entrerà in vigore se prevarranno i “Sì”; la legge verrà invece abolita se a prevalere saranno i “No”. Gli articoli della Costituzione modificati si riferiscono al sistema del bicameralismo, rapporto Stato-Regioni, l'elezione del Presidente della Repubblica e nomina dei giudici della Corte Costituzionale, gli istituti di democrazia diretta, l’abolizione del CNEL e delle Province.

Attachments:
Download this file (rossitto-intervento.pdf)rossitto-intervento.pdf[Intervento Concetto Rossitto]73 kB
Download this file (costruttivo_NO.pdf)costruttivo_NO.pdf[Intervento Marco Fatuzzo]89 kB

Leggi tutto...

 

   https://www.facebook.com/siracusadifferenzia.it/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi siamo

Continueremo a difendere l’ambiente, il multiculturalismo, il welfare, l’etica politica, a lottare contro ogni sfruttamento delle persone, delle città e dei territori, a sostenere la necessità di uno sviluppo economico coniugato con l’ecosostenibilità delle iniziative.

Privacy Policy Cookie Policy

Dove siamo


Viale Santa Panagia 136/H

Contattaci

Se ci vuoi supportare, chiamaci allo 3331469405 / 3337179937 o manda un'email a: redazione@lacivettapress.it / postmaster@pec.lacivettapress.it

Showcases

Background Image