Con l’obiettivo di smaltirne 700 mila tonnellate l’anno. Tra i luoghi prescelti anche le zone a ridosso delle aree industriali (Priolo, Gela e Milazzo). Le associazioni: nell’isola si torna indietro di vent’anni. Lo scienziato Federico Valerio: “Così si uccide la raccolta differenziata”

Leggi tutto...

 

Siracusa d'Amare

 

 

Emma Schembari: “Sarà la ecomanifestazione più importante d'Italia con isole ecologiche, materiali compostabili, seminari ed incontri all’insegna della Sostenibilità”

Manca ormai poco all’inizio dei campionati mondiali 2016 di Canoa Polo che si terranno a Siracusa dal 29 agosto al 4 settembre. Un evento di portata mondiale che sta impegnando assiduamente il comitato organizzatore anche in questi giorni festivi, che darà visibilità a Siracusa in tutto il mondo e che coinvolgerà tutta la città e, in particolare modo, la zona umbertina e Ortigia.

Saranno migliaia gli atleti, gli accompagnatori, i tifosi, i giornalisti che arriveranno per partecipare al primo mondiale di Canoa Polo realizzato all’interno del centro storico di una città millenaria.

Caratteristica fondamentale di questo mondiale è che si tratta di un ecoevento, di una manifestazione che intende accrescere la sensibilità̀ dei cittadini, dei commercianti, dei ristoratori, degli albergatori e dei turisti verso comportamenti di sostenibilità̀ ambientale e di economia circolare che mirano alla prevenzione e riduzione di rifiuti nonché́ al consumo responsabile e alla corretta gestione dei rifiuti in tutto il territorio. In questo momento di emergenza accendere il riflettori su soluzioni efficienti e sostenibili è sicuramente molto importante.

Quindi, il mondiale ICF Canoa Polo Syracuse 2016 riprende la politica ambientale che è stata utilizzata per le Olimpiadi di Londra 2012 ed è pensato, progettato e sarà realizzato con un'attenzione alla riduzione degli impatti, alla promozione del riuso e riciclo.

Abbiamo sentito Emma Schembari, esperta ambientale, membro del comitato organizzatore del mondiale, che cura l’aspetto della sostenibilità, per capire meglio quali siano le azioni che si stanno attivando.

Emma, come si svolgerà la gestione dei rifiuti in quei giorni?

“Saranno posizionate nell’area del ponte umbertino, sede del mondiale, dieci isole ecologiche, ognuna costituita da tre bidoni da 120 litri: nell’aree lontane alla zona “food” saranno di vetro, carta e plastica, mentre nelle aree vicine all’area “food” saranno di vetro, plastica e metallo. Ogni isola ecologica sarà indicata con una bandiera, mentre il personale di Ecolandia (l’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti durante il mondiale) sarà composta da due squadre di tre persone ciascuna e da un referente che si interfaccerà con il referente responsabile dell’ambiente del mondiale.

Nell’area relax (zona retro Palazzo Poste), nell’area “food”(zona fontana Piazzale delle Poste), saranno presenti altri bidoni di differenziato che saranno messi a disposizione dai commercianti (contenitori di preconsumo). I rifiuti differenziati saranno portati da Ecolandia alla piattaforma di riciclo Ecomac Smaltimenti dove si aprirà un bacino che funge da collettore. Nell'area atleti e in tutta l’area di pertinenza dei mondiali saranno presenti tre casette dell'acqua (messi a disposizione da Ecogreen Team).

I pasti saranno serviti utilizzando posate, bicchieri e piatti in polpa di cellulosa (messi a disposizione da Plasticonf), compostabili, e insieme ai residui di cibo saranno raccolti e portati al CCR dell’Arenaura dove è in installazione una compostiera elettronica, messa a disposizione dalla società CRTech di Cosenza in comodato d’uso gratuito per tre mesi. Questa attrezzatura è in valutazione presso il centro di ricerca Enea della Casaccia (Lazio) con l’equipe del dott. Fabio Musmeci. I 9500 pasti giornalieri sono porzionati per avere il minor utilizzo di piatti possibile”.

Dove sarà il fulcro della sostenibilità durante l’ecomanifestazione?

“Il quartiere generale dell’evento sarà l’Antico Mercato di Ortigia che, oltre ad ospitare gli arbitri internazionali, ospiterà i volontari che si occuperanno della sostenibilità dell’evento, gli espositori partener tecnici e alcuni consorzi nazionali quali Corepla, Coreve, Comieco. Sono previsti più di 50 espositori durante l’evento. L’allestimento dell’antico mercato sarà curato da parte di un gruppo di architetti”.

Quali sono i principali incontri sul tema della sostenibilità che si svolgeranno in quei giorni?

“Durante la settimana dell'evento sono previste presentazioni e iniziative in tema di sostenibilità.

Il 30 agosto, di pomeriggio, saranno presentati a cura degli assessori Valeria Troia e Francesco Italia, in collaborazione con l’associazione Svimed, i progetti comunitari Urban Waste ed Interwaste. Il 30 agosto, di mattina, ci sarà un seminario che si occuperà di compostaggio a Siracusa. Il 31 agosto, l’associazione Rifiuti Zero farà un ulteriore incontro di formazione sulla strategia Rifiuti Zero e l’01 settembre un ulteriore seminario su compostabile, imballaggio e sumus. Il 2 settembre è previsto un seminario a cura di Coreve per il riciclo del vetro. La segreteria organizzativa di tutti questi eventi è dell’Associazione Rifiuti Zero Siracusa”.

Sono previste in quei giorni altre iniziative?

“E’ previsto il vernissagge della dott.ssa Linda Schipani di Messina che da anni si occupa di riciclo dei materiali, è previsto un ecoaperitivo offerto da una società di Ragusa che offrirà vino e crostini a chilometro zero, sono previsti laboratori didattici ed ambientali per bambini a cura dell’dott.ssa Daniela Archirafi, esperta ambientale, e un laboratorio curato da Rossana Geraci con la biblioteca comunale. E’ in programma un interessante incontro con Daniele Pario Perra che da anni si occupa di comunicazione ambientale. Sono in fase di organizzazione tanti altri eventi ed incontri che faranno da cornice ai mondiali”.

Chi paga la realizzazione degli eventi?

“La sostenibilità della manifestazione è assicurata grazie alle associazioni di volontariato, ai partner tecnici, ai semplici cittadini che a titolo gratuito stanno mettendo a disposizione il loro tempo libero, il loro lavoro e le loro attrezzature. Nessun tipo di pagamento è previsto da parte dell’organizzazione per la realizzazione degli eventi”.

Intervista all’assessore all’Ambiente Danilo Pulvirenti: “Per la differenziata, più di 100 famiglie ci hanno già chiesto le compostiere, faremo corsi di formazione specifica”, “A pieno regime, la Tari non sarà più pagata in base ai mq ma ai componenti della famiglia”

Leggi tutto...

Per l’Italia scelti Siracusa e i comuni degli Iblei. Economia circolare per affrontare le sfide legate al proprio modello di crescita, orientate verso ambiente e riuso

Leggi tutto...

Illustrate le attività che sono state svolte e che si stanno attivando nel territorio siracusano. Si è parlato anche della scuola L'Albero Azzurro, di Movimento Centrale, di “Master del Riciclo”

Leggi tutto...

 

   https://www.facebook.com/siracusadifferenzia.it/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi siamo

Continueremo a difendere l’ambiente, il multiculturalismo, il welfare, l’etica politica, a lottare contro ogni sfruttamento delle persone, delle città e dei territori, a sostenere la necessità di uno sviluppo economico coniugato con l’ecosostenibilità delle iniziative.

Privacy Policy Cookie Policy

Dove siamo


Viale Santa Panagia 136/H

Contattaci

Se ci vuoi supportare, chiamaci allo 3331469405 / 3337179937 o manda un'email a: redazione@lacivettapress.it / postmaster@pec.lacivettapress.it

Showcases

Background Image