E l’Arpa secreta il monitoraggio 2015: occorre l’autorizzazione scritta! Il sindaco dichiari la non potabilità per tutelare i cittadini e imponga a Siam l’applicazione della tariffa dimezzata, come statuito nella parte non impugnata della legge regionale

Leggi tutto...

Ci si inchina alla turbofinanza speculativa, come ha documentato Luciano Gallino, recentemente scomparso. Nessuno dei cardinaloni della chiesa del dio quattrino invoca o suggerisce nuove regole per i mercati

Leggi tutto...

Una decisione premeditata, assunta in soli sette minuti dal Consiglio dei Ministri, invade le competenze esclusive nello Statuto dell’Autonomia. La vittoria delle lobby private è solo l'ennesima riprova di un governo di destra

Leggi tutto...

Servizio idrico a Siracusa, cronistoria e prospettive. L’art. 4 comma 3 della legge regionale di riordino dice che la gestione “è di prevalente interesse pubblico e non riveste carattere lucrativo. Per tale ragione, può essere affidata… ad enti di diritto pubblico”

Leggi tutto...

Al Sindaco del Comune di Siracusa

Al Gestore del Servizio Idrico Integrato del Comune di Siracusa

 

Il sottoscritto…………....................………nato a ………………. il …….....……e residente in Via …....………n. …...

VISTI la Direttiva CEE N.80/778;il D.P.R. N.236/88 ART.21, Comma 1;il D.L. n.66/89;l’Art.13 del provvedimento C.I.P. n.26/75 (riduzione canone 50%); l’art. 11 della Legge regionale n. 19 dell’11 agosto 2015, già in vigore, la quale stabilisce che nei casi in cui l’acqua non sia utilizzabile per fini alimentari, la tariffa è ridotta in una misura pari al 50 per cento,

CHIEDE se siano state costantemente monitorate le caratteristiche dell’acqua erogata; se siano stati constatati superamenti dei limiti di durezza ammissibili; se siano stati assunti conseguenti provvedimenti a tutela della salute pubblica, dei quali egli vorrebbe aver conoscenza; se sia stato vietato con ordinanza sindacale l’utilizzo dell’acqua per fini alimentari; se siano stati assunti provvedimenti ai fini della riduzione della tariffa al 50%.

Riservandosi ulteriori iniziative, CHIEDE cosa l’attuale amministrazione intenda fare per fargli ottenere dalla fallita SAI8 (o dai curatori fallimentari) il rimborso del 50% di quanto già pagato per gli anni per i quali la carenza del requisito della potabilità sia stata accertata dagli organismi di controllo.

Considerata la pre-vigenza delle norme sopra citate, confermate e ribadite dalla recentissima legge regionale entrata in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione (Gazzetta Regionale del 21 agosto 2015), CHIEDE cosa l’A.C. intenda fare per fargli ottenere la riduzione della tariffa al 50% di quanto già fatturato dal gestore attuale, sin dal momento del suo insediamento (e non solo dal momento successivo all’entrata in vigore della nuova legge regionale) nonché di quanto ancora fatturabile sino al momento in cui non sarà fornita acqua che rispetti tutti i requisiti di potabilità, compresi quelli relativi ai limiti di cloruri consentiti.

Al gestore attuale, a cui è indirizzata copia della presente, il sottoscritto chiede l’applicazione immediata delle richieste sopra formulate, per quanto di competenza del gestore stesso.

Firma

 

N.B. Consigliamo ai cittadini di far misurare la durezza dell’acqua erogata nella propria abitazione o nel loro quartiere, considerato che il superamento dei limiti di cloruri è rilevabile in moltissime zone ma non in tutte. L’acqua di Belvedere e quella di Cassibile, ad esempio, ci risulta potabile. Nel prossimo numero cercheremo di pubblicare i dati ufficiali relativi all’intera città o, in mancanza di essi, vari dati raccolti per campione in esercizi commerciali di quartieri diversi. Grazie ai nostri possenti mezzi (!) stiamo raccogliendo risultati di esami (gratuiti) sulla conduttività di tali campioni. Ma attendiamo con impazienza di avere dati ufficiali più aggiornati di quelli dei quali siamo già in possesso.


Abbiamo commissionato a un laboratorio specializzato le analisi dei campioni in diversi quartieri della città. Ecco i primi risultati sulla conduttività elettrica: Viale Scala Greca: 2744, Viale Zecchino: 2780, Viale Tunisi: 2740, Piazza Pancali: 2650. I valori di cloruri e sodio sono alle stelle!

 

Leggi tutto...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi siamo

Continueremo a difendere l’ambiente, il multiculturalismo, il welfare, l’etica politica, a lottare contro ogni sfruttamento delle persone, delle città e dei territori, a sostenere la necessità di uno sviluppo economico coniugato con l’ecosostenibilità delle iniziative.

Privacy Policy Cookie Policy

Dove siamo


Viale Santa Panagia 136/H

Contattaci

Se ci vuoi supportare, chiamaci allo 3331469405 / 3337179937 o manda un'email a: redazione@lacivettapress.it / postmaster@pec.lacivettapress.it

Showcases

Background Image