Oggi rimane solo una porzione di quella che un tempo era un importante punto di approvvigionamento per i Cavalieri Gerosolimitani, quando si rifugiarono a Malta. La nobile origine della struttura non è stata una ragione sufficiente perché sfuggisse al sacco edilizio e così, l’originaria articolazione della struttura è stata persa per sempre. Tuttavia, per quanto mimetizzato nel tessuto edilizio, ne rimane un blocco centrale che potrebbe essere recuperato e reso fruibile. A condizione che il cartello vendesi porti ad un proprietario, magari pubblico, dalle ampie vedute.