Strutture amovibili, nessun aumento di volumetria, invariata la destinazione d’uso dell’ex Bar Pinello

 

Per Aditus ci ha risposto Massimo Tesio, responsabile ufficio stampa della società.

Incomincio con una premessa d'obbligo: la ristrutturazione del Bar Pinello (a seguito di una compravendita tra due soggetti privati) non ha nulla a che vedere con il contratto siglato dall'ATI con la Regione Siciliana. Ogni correlazione tra il bar Pinello e il contratto per i servizi museali non ha ragion d'essere e risulta inappropriata sotto ogni punto di vista.

Da quando è operativo il contratto con il Dipartimento Regionale? 

Trattandosi di concessione demaniale, proveniente dall’aggiudicazione di un bando di gara pubblico, preferiamo che sia l'organo preposto a esprimersi per una corretta informazione sulla data certa. Tutte le domande che investono questo tema vanno girate al Dipartimento regionale dei Beni Culturali, che ha bandito, gestito e aggiudicato la gara relativa.

Qual è il vostro rapporto con l’ente Parco ora che è stato istituito? Sostituisce in toto quello con la Regione?

I termini e i rapporti rimangono immutati, l'unico elemento di novità è che il Parco ha una propria autonomia di gestione

C’è tra le diverse società dell’Atiuna divisione di funzioni? Quali sono? 

Si, Aditus si occupa di biglietteria, controllo accessi; Civita di bookshop, organizzazione mostre, audioguide e laboratori didattici; Electa Mondadori della produzione editoriale e dell’organizzazione mostre; infine Mencarelli della caffetteria/bar

Quali sono stati fino ad oggi gli interventi effettuati nell’area archeologica: spazio biglietteria, dehors chiusi e/o aperti, altro? Si tratta di ristrutturazioni o di costruzioni ex novo? 

A riguardo dell'area archeologica di Neapolis sono state ristrutturate le attuali biglietterie, è stato attivato il servizio di caffetteria e bookshop all'interno di una struttura amovibile, tutta in corten e vetri, allestita ex-novo all'interno dell'area dell'anfiteatro romano. Il progetto è stato approvato da una conferenza dei servizi a cui hanno partecipato tutti gli enti preposti e autorizzatori.

L’investimento è stato a totale carico di Aditus/concessionario.

Quale ente ha dato l’autorizzazione alle opere e in quale data? Si tratta di una sola autorizzazione onnicomprensiva sulla base del contratto regionale o sono state necessarie singole autorizzazioni per i diversi interventi?

A questa domanda dobbiamo fare riferimento a quanto detto all’inizio

Qual è l’impegno di spesa dell’Ati e/o delle singole società? (canone annuo, quote parte sugli incassi?) 

Non siamo autorizzati a divulgarli preferiamo che sia l'Ente preposto a comunicarli

Un cartello di cantiere comunica che si sta procedendo a lavori di “manutenzione ordinaria e straordinaria” sull’edificio appartenuto alla famiglia Pinello. Che tipo di lavori si stanno eseguendo? Si sta realizzando una struttura residenziale-alberghiera? Di che tipo? 

L'edificio è stato acquistato da Aditus, con atto notarile dalla famiglia Pinello. La destinazione d'uso dell'immobile non è stata variata, sarà sempre un ristorante-caffetteria. A scanso di equivoci le ribadiamo che l'edificio in questione rientra in un normale passaggio di proprietà tra privati e che il progetto di ristrutturazione è stato approvato seguendo le procedure amministrative richieste.

Le opere che si stanno realizzando rispondono a quanto prescritto dal regolamento del Parco?

I lavori effettuati sono stati tutti autorizzati dagli enti preposti e i relativi progetti e documenti sono stati depositati. Non c'è stata alcuna variazione di volume, o trasformazione urbanistica, le strutture create in ferro e corten hanno sostituito le decadenti e poco igieniche strutture presenti al momento dell’acquisto. Le strutture, ovviamente, devono essere ancorate perché Siracusa è zona sismica e il genio civile lo richiede. In ogni caso non è stata realizzata nessuna opera non amovibile, ovvero in cemento armato, ma tutte strutture facilmente amovibili

Sono in programma altri interventi alle infrastrutture per garantire servizi aggiuntivi ai visitatori?

Lavoriamo in stretta collaborazione con il Parco e il Dipartimento con il fine di garantire una sempre maggiore fruibilità e riqualificazione dell'Area Archeologica

I bilanci dell’Ati, il ritorno economico dell’investimento sono pubblici? In caso di risposta positiva: qual è l’attuale situazione finanziaria? 

L'ati non ha bilancio