"Se come consiglieri continueremo a essere marginali, ci dimetteremo tutti"

 

Consigliere Russoniello, ultimamente ha denunciato in Consiglio la questione “loculigate”, ci può spiegare di più?

Nelle ultime sedute si è parlato molto del fatto che l’amministrazione Italia volesse far cassa a danno dei Siracusani e ciò mi ha indignato parecchio. Da qui il mio attacco in Consiglio, da cittadina e da politica, perché in città c’è una situazione al limite della sopportazione per gli oneri tributari che gravano su cittadini e piccoli commercianti a fronte di servizi comunali pari a zero.

Lei ha detto che la vera scadenza delle concessioni è nel 2022?

Certo. L’ufficio tecnico ha dichiarato che la maggior parte delle concessioni scadranno in quell’anno, ecco che ho ragione nel dire che la giunta cerca solo soldi a ogni costo, anche di fronte a una situazione economica disastrosa.

Soluzioni?

Abbiamo avuto un direttore del cimitero che aveva fatto un censimento sui loculi abbandonati per poi chiamare gli eredi, se esistenti, avviando una razionalizzazione. Questo direttore è stato sostituito e la sua iniziativa non ha avuto seguito. Ciò avrebbe permesso di fare cassa senza pesare sui cittadini che, avendo tanti loculi, dovrebbero sborsare grosse cifre pur se a rate

Ma con il rinvio al ’22 la situazione non si riproporrà?

Noi consiglieri abbiamo ricevuto una relazione medica dell’Asl in cui, sulla scorta dell’esperienza dei medici legali, si afferma che il corpo anche dopo i 25 anni non è mineralizzato. Allora ci sono 2 possibilità: rimetterlo nel loculo o, come dice la legge, avere un campo mineralizzato così come è presente in tutti i cimiteri. Con i corpi messi a terra lasciare che la natura faccia il suo corso. Data tale relazione, in Consiglio ho chiesto all’assessore Furnari se avevano tenuto conto di ciò; la risposta è stata affermativa, eppure non ci si è spostati dai 25 anni. Alla mia controreplica su cosa avrebbero fatto trovando un corpo non mineralizzato, non ho ottenuto nessuna risposta. Quindi ribadisco: facciamo il censimento e dotiamo il cimitero di un campo adatto alla mineralizzazione come prevede la normativa. So inoltre che prossimamente, a livello regionale e nazionale, saranno emanate nuove normative e che queste dovrebbero portare a minori costi per il cittadino.

In altri cimiteri i regolamenti parlano di 30, o anche 50 anni. Chiedere 600€ a loculo è assurdo anche se c’è la rateizzazione. Bisogna applicare il buon senso e poi vi sono altri modi per fare cassa.

Quali?

Ci sarebbe la rivisitazione del patrimonio immobiliare del comune dato a privati a cifre irrisorie o nulle. Perché non vanno a rivedere diversi canoni?

Secondo lei perché non lo fanno?

Non gli conviene, vi sono troppi interessi che non vogliono toccare. Eppure, fino a che dietro a ogni atto della giunta saranno presenti questi forti interessi, avremo un aggravio sulle nostre spalle senza alcuna contropartita. In 44 anni non ho mai visto una Siracusa ridotta così. Il sindaco Italia ha lavorato come vice per 5 anni e doveva conoscere bene la città, non c’era bisogno di altro tempo, invece i problemi di allora sono rimasti. Ad esempio non ci sono in programma lavori sulle scuole, molte sono prive del certificato di sismicità. Vedo solo un fare politica approssimativa da parte di questa amministrazione. Poi, si parano dietro alla parola emergenza. Il sindaco nella sua campagna aveva parlato di programma, ma non vedo niente dopo un anno. Siamo sempre in emergenza, arrivando anche a sbagliare i bandi e cose simili.

Da settembre a dicembre decine di dipendenti comunali, fra cui molti dirigenti, andranno via lasciando scoperti posti importanti

È una situazione che conosco e so che già ora c’è poco personale, quindi avverrà un altro decadimento di qualità nella vita dei cittadini per servizi non resi. Anche questa improvvisazione porterà a ulteriori costi

Cosa pensa delle dimissioni di Randazzo e Moschella?

Ne ho apprezzato la competenza e ci siamo confrontati sempre in maniera costruttiva.

Randazzo da tempo lo si vedeva demoralizzato non riusciva a risolvere i problemi, perché non gli è stata data la possibilità d’agire. Mentre la decisione di Moschella non l’aspettavamo, anche se ultime sue dichiarazioni presagivano qualcosa legata sempre ai limitati margini di manovra. Qualcuno ha chiamato che in questa giunta si è formato un cerchio magico attorno al sindaco composto di pochi assessori che danno suggerimenti sbagliati e non a favore dei cittadini.

Quali sarebbero i nomi?

Non lo dico, mi riservo di farlo al momento opportuno

Una domanda sui crediti del Comune che potrebbero fare cassa

Ricordo una dichiarazione dell’amministrazione in Consiglio: l’assessore affermò che c'erano 70 milioni di crediti, ma esigibili solo 1 milione e 200.000€. Una dichiarazione veramente ridicola

Parliamo di Ortigia e del suo turismo

Sono molto scettica, perché mancano i servizi, le navette per le navi che arriveranno, l’accoglienza adeguata, ecc. Non esiste nessuna programmazione seria. Ho chiesto gli atti della polizia municipale per una mappatura sui loro controlli quando vengono fatti e su chi, perché mi risulta che sono sempre gli stessi commercianti e ristoratori a essere vessati, forse quelli già in regola con le tasse comunali. Sappiamo che fioccando multe dopo un po’ questi esercizi devono chiudere per un certo periodo con ulteriore danno. Inoltre, dobbiamo dare possibilità di lavoro in Ortigia, ma con certi criteri, no al lavoro nero né a far nascere pizzerie, ristoranti selvaggiamente. Insomma manca un piano sul commercio in Ortigia.

Quali sono i vostri rapporti con i deputati regionali e nazionali?

C’è una forte collaborazione, spesso ci affidiamo a loro per portare problemi e nostre proposte da far giungere al governo e/o relative commissioni. Con Ficara e Zito ci sentiamo frequentemente, anche a Scerra chiediamo aiuto per i bandi europei che ci fa puntualmente conoscere. Questo poi lo giriamo al Consiglio e alla giunta. Infatti, ultimamente abbiamo portato a conoscenza di bandi sulla scuola: finanziamenti per risparmio energetico e messa in sicurezza, ma una volta comunicato ciò la giunta non fa nulla, lì si sente la mancanza di progettualità.

Ma voi non potevate proporre gruppi di lavoro per aiutare la giunta?

Certo, abbiamo messo a disposizione nostri tecnici che gratuitamente si sarebbero adoperati per la ricerca di bandi europei e altro ancora. Abbiamo ribadito: Usateci.

Ritorniamo alla loculigate, come finirà?

Nei prossimi giorni ne sapremo di più perché è in discussione nelle commissioni dopo che il Consiglio ha bloccato tutto; una cosa importante da capire è se la giunta terrà conto delle nostre decisioni. Tantissime volte non l’ha fatto, oramai noi da consiglieri non contiamo nulla. Ci sono state dichiarazioni nel Consiglio di componenti della maggioranza che hanno denunciato l’essere esclusi. Questo è parecchio triste. Per cui spero che l’amministrazione accolga le nostre decisioni altrimenti, se l’attuale condizione continuerà, dovranno loro dichiarare alla città il non aver preso in considerazione le decisioni del Consiglio stabilendo il costo dei 600€ a loculo anche rateizzato. Noi se anche questa volta non saremo ascoltati daremo le dimissioni. Cosa serve stare lì?

Solo voi lo farete?

Forse qualche altro consigliere ci starà. Noi vogliamo una scrittura del sindaco e giunta che dichiarino di non voler più ignorare la volontà del Consiglio. Pertanto al prossimo incontro in base alle risposte che avremo, dopo un confronto con tutti i consiglieri prenderemo una decisione unanime per il bene della città essendo pronti a andarcene a casa: io sarò la prima.