Si moltiplicano le adesioni al Comitato. Ne fanno parte intellettuali, artisti, professionisti, cittadini molto noti a Siracusa

 

La Civetta di Minerva, 26 gennaio 2019

Si è formalmente costituito in questi giorni nella nostra città un "movimento di opinione" a carattere apolitico e popolare, denominato "Comitato Promotore Siracusa Nuova". In prima istanza il Comitato, del quale fanno parte intellettuali, artisti, professionisti, cittadini, ha posto l'iniziativa di intitolare il Teatro Comunale al nome del nostro grande concittadino Salvo Randone. Infatti è noto, e ben radicato nel convincimento dei siracusani, che il nome di Randone spicca nel panorama artistico cittadino per la grandezza della sua levatura artistica a fronte della quale non esiste confronto.

Sembra che qualche anno addietro il compianto Enrico Di Luciano ottenne che l'allora sindaco Visentin intraprendesse l'iter burocratico comunale per procedere alla titolazione in oggetto, e che allo stato attuale però non esista una documentazione ufficiale. Pertanto in prima istanza il Comitato richiede che si faccia luce sullo stato delle cose. E che l'Amministrazione comunale proceda a formalizzare la richiesta titolazione al nome di Salvo Randone.

Il Comitato, poi, è orientato a dibattere la necessità di un censimento delle realtà artistiche e culturali cittadine che, per i meriti conseguiti con le rispettive attività, debbano essere sostenute dal Comune prescindendo da possibili loro appartenenze.

Il Comitato Promotore, d’altronde, basa la propria operatività sulla trasparenza di una istituzione apolitica e apartitica, mirata esclusivamente alla evoluzione qualitativa dell'arte e della cultura a Siracusa. Nella programmazione del Comitato, inoltre, è previsto un "Convegno Nazionale" finalizzato alla rievocazione dell'arte di Salvo Randone, con la partecipazione di registi, attori, critici e storici teatrali.

Inoltre verrà costituito il "Premio Nazionale Salvo Randone Siracusa” da conferire alle Personalità del mondo teatrale, televisivo, cinematografico ritenute meritevoli da una apposita Giuria.

Al momento le adesioni al Comitato sono: Corrado Piccione (storico della città), Maria Rita Sgarlata (consigliere delegato dell'Istituto Nazionale Dramma Antico), Manuel Giliberti (consigliere INDA), Concetto Scandurra (consigliere UNESCO), Gioia Pace (pres. Dante Alighieri), Teresa Peluso (pres. Lions Host), Domenico Brancatelli (magistrato), Pucci Piccione (pres. Amici INDA), Carmela Pace (pres. Studi Pirandelliani), Anna Pisana (pres. FIDAPA), Loredana Faraci (docente Accad. BB.AA. Roma), Franco Oddo (giornalista), Andrea Bisicchia (docente Univer. Parma), Maria Teresa D'Andrea (attrice), Arturo Linguanti (pres. Confesercenti), Rosa Peluso (docente), Aristide Germano (dirig. Finanze), Francesco Sgarlata (bancario), Dora Peluso (pres. La Nuova Scena), Enrico Piazza (oper. culturale), Carmelo Scarfalloto (operat. Teatrale), Lilla Peluso (attrice), Aldo Formosa (pres. Teatro di Sici­lia), Enzo Firullo (attore), Elvira Trombatore (attrice), Concetto Malfa (scenografo), Giorgio Orefice (pittore), Sesto Mammana (pittore), Riccardo Sipala (scenografo), Antonio Bianca (docente), Graziella Pezzino (poetessa), Giuliana Accolla (attrice), Tatiana Alescio (regista), Adalgisa Santuccio Panigada, Enzo Annino (musicista), Salvo Fruciano (giornalista), Salvatore Maiorca (giornalista), Titta Rizza (opinion leader), Franco Iemmolo (operat. teatrale), Nadia Iemmolo (attrice). Ulteriori adesioni sono ancora in corso.