L’Assessore alle Politiche Sociali Liddo Schiavo, la presidente dell'Associazione Famiglie affidatarie e adottive di Siracusa Sandra Di Marco e l'avvocato Carmen Caruso, esperta in diritto dei minori, in collaborazione con l'Asp, presentano il corso: 6 incontri di mercoledì

Voluto dal Comune di Siracusa, ed in particolare dall'Assessorato Politiche Sociali, in collaborazione con l'Asp di Siracusa e con l'Associazione Famiglie affidatarie e adottive della provincia di Siracusa, è stato avviato il corso per famiglie adottive di Siracusa.

Ad aprire i lavori il saluto del "padrone di casa" Dr. Liddo Schiavo seguito dalla dr.ssa Amato dell'assessorato, dalla presidente dell'associazione Famiglie affidatarie e adottive di Siracusa Sandra Di Marco e infine dall'Avvocato Carmen Caruso, esperta in pratiche di adozioni e diritto dei minori.  Il bambino soggetto e non oggetto del desiderio di maternità e paternità: tema assolutamente prioritario.

Sono 147 milioni i bambini adottabili nel mondo. Di questo numero drammaticamente elevato, solo 40.000 sono stati adottati nel 2013 in tutto il pianeta. L'estrema esiguità delle adozioni sarebbe dovuta alla presunta attenzione dei tribunali per i minori verso i bambini, un’attenzione che, paradossalmente, può ritorcersi proprio contro i minori.

La legge italiana ha sancito in maniera inequivocabile il diritto del bambino ad avere una famiglia con la legge 1983. Tuttavia si assiste ad una farraginosa spirale di rimpalli che, tra un'istituzione e l'altra, condanna i bambini a vivere nelle comunità alloggio.

L'Istituto dell'affido assume allora un'importanza straordinaria. Nell'attesa di dichiarare l'adattabilità del minore, diventa utilissimo il passaggio del bambino dalla comunità alla famiglia affidataria.

È utile qui sottolineare la differenza del costo sociale tra il ricovero in comunità e l'accoglienza in famiglia. 2000 euro al mese in comunità e 450 euro per la famiglia affidataria. Se fosse per un mero risparmio economico già da solo questo dovrebbe imporre ai Comuni la promozione dell'affido famigliare. Purtroppo anche in questo campo siamo in nettissimo ritardo.

Il corso è diviso in sei giornate. Ogni mercoledì dalle 18,00 le famiglie che hanno fatto richiesta di adozione, avranno nuovi strumenti per affrontare con maggiore consapevolezza la meravigliosa esperienza dell'accoglienza nell'adozione.