Campeggia vicino agli zampilli gentili dell’adiacente fontana. Sarebbe costato 35 mila euro

 

La Civetta di Minerva, 24 novembre 2018

Ormai fa proprio pena quel culone abbandonato. Quello che la precedente amministrazione comunale volle installare a piazzale Marconi come suggello, forse, a perpetua memoria. Magari sarebbe stato meglio spendere tutti quei soldi per riparare finalmente corso Umberto diventato da anni una vergogna.

Da quando quel mastodonte è stato inspiegabilmente installato accanto alla vezzosa fontana (che magari, lei, è bella da guardare) sono state incerte, speciose fino al fazioso, poco attendibili le notizie riguardanti l'enormità di quel culone, e dunque non in grado di fornire dettagli cui prestar fede riguardo al "cui prodest".

Dalle voci che girano (vox populi, vox dei) pare che la spesa di tale culone sia valutata sui 35.000 euro. Una enormità per un posteriore. Per quanto orgogliosamente enfatizzato. Manco fosse d'oro. Piuttosto è verosimile (per ipotesi tutta da verificare) che 35.000 euro sia costato il complesso di "opere" (?) moderne che adornano, si fa per dire, anche la pista ciclabile. Siamo nel campo delle congetture, si capisce, delle presunzioni per cui è d'obbligo "col beneficio di inventario".

Il fatto è che l'uomo della strada, passando per piazzale Marconi, da un'occhiata al mastodonte e tira via. Qualche turista chiede ad un passante a che titolo quel culone campeggia vicino agli zampilli gentili dell'adiacente fontana, ma ottiene un'alzatina di spalle. Dice: ma si tratta di un'opera d'arte moderna. O meglio di un'opera d'arte antica ingigantita. A parte il fatto che il profano fa presto a catalogare qualunque cosa come arte moderna, si presume che nell'intento di chi questo coso ha voluto ci sia la voglia che serva per arricchire il bagaglio culturale dei siracusani.I quali, alla vista di quel culone, a seconda dei gusti dovrebbero avere un entusiastico soprassalto di "cul-tura". Ma tant'è.

Rimane il fatto che a Siracusa, in nome di una contrabbandata cultura, si arrivi all"in-decoro.