Visitati Villa Politi, Convento dei Cappuccini e annessa biblioteca. Bella iniziativa, gradevole il paesaggio e splendido limpegno dei ragazzi dei licei Quintiliano ed Einaudi

La Civetta di Minerva, novembre 2018

La Delegazione FAI di Siracusa in occasione delle giornate diAutunno indette a livello nazionale in ottobre ha organizzato una interessante iniziativa che, nonostante il maltempo, ha interessato una moltitudine di cittadini: I viaggiatori a Siracusa nel periodo della belle époque: i giardini, l’acqua e la pietra. Partendo dai locali del noto Grand Hotel Villa Politi, risalente al XIX°secolo, ha realizzato un percorso di parole e immagini per raccontare la storia del sito chiamato Latomia dei Cappuccini che ha condotto i visitatori attraverso la Latomia (dal greco cava, utilizzata per l’estrazione  della pietra  per la costruzione della pentapoli siracusana in epoca classica) al convento dei Cappuccini.

Attraverso le sue alte pareti (oltre i venti metri e perciò utilizzata in epoca greca qualeprigione) e le numerose grotte e ipogei contornate da una folta vegetazione, i visitatori sono stati accompagnati da gruppi di studenti dei Licei scientifici “Quintiliano” ed “Einaudi” che si sono assunti il ruolo di guide per illustrare siti ed ambienti.

Particolare significato ha assunto questa iniziativa del FAI che ha voluto coinvolgere gli studenti siracusani nell’evento: probabilmente si è voluto sottolineare come i giovani e la scuola siano gli strumenti più idonei per valorizzare i beni culturali e la storia della città. Singolare e di grande effetto anche la scelta di accogliere i visitatori in un angolo del percorso dove è stato allestito un evento musicale gestito dagli stessi studenti che hanno regalato sicure emozioni per la scelta della location e per la bravura degli improvvisati artisti. Vibrante ed intensa la voce cantante accompagnata dalle chitarre e dalla tromba che, in una acustica perfetta, hanno sottolineato la maestosità e la magnificenza del luogo.

I visitatori sono stati accolti nella villa Politi Laudien (edificata nel 1862 in stilelibertye situataaldisopralaLatomiadeiCappuccini) dove, nelleampiesale, sono state allestite piccole mostre con costumi d’epoca in una cornice caratterizzata dallo splendore delle vetrate e dei soffitti a cassettone impreziosite dagli stucchi e dalla raffinatezza degli arredi. Durante il percorso nelle sale dell’albergo non si è mancato di sottolineare, nei secoli, la presenza di illustri personalità che vi hanno soggiornato: dai Principi di Piemonte a Gabriele D'Annunzio, da Edmondo de Amicis a Sir Winston Churchill.

Usciti all’esterno, attraversolescalein pietra di Siracusa caratterizzate dalle eleganti linee architettoniche, si è proceduto alla visita delle latomie guidati - come si è detto - dagli studenti e dagli esperti del FAI, fino alla biblioteca del  convento (che contiene anche migliaia di testi antichi) dove alcuni preziosi volumi sono stati esposti in teche di vetro alla visione dei visitatori; quindi la visita nella Chiesa di “Santa Maria della Misericordia e dei pericoli", dove si è concluso il percorso. Bella iniziativa, gradevole il paesaggio e splendido l’impegno dei ragazzi e dei loro accompagnatori. Speriamo di poter godere in futuro di analoghe iniziative per conoscere e preservare, nell’uso, le tante ricchezze presenti nella città di Siracusa.