Il team composto da Francesco Moscuzza, Laurence Agnello, Sebastiano D’angelo, Francesco Corso con il timoniere Ivan Marsala da quasi due minuti alla seconda classificata Ortigia e cinque minuti alla quinta. Soddisfatto Emanuele Schiavone, presidente dell’Associazione “Il gozzo di Marika” ed organizzatore dell’evento.

[Salvo La Delfa] La Civetta di Minerva, 05 agosto 2018

Ancora una volta l’equipaggio Akradina ha vinto la regata storica dei quartieri di Siracusa. Il team capitanato da Ivan Marsala ha compiuto il giro dell’isola di Ortigia in 35 minuti distaccando la seconda classificata, Ortigia, di 1 minuto a 46 secondi , la terza, Tiche, di 3 minuti e 55, la quarta Epipoli di 4 minuti e 40 secondi e la quinta Neapolis di 5 minuti e 10 secondi.

Francesco Moscuzza, Laurence Agnello, Sebastiano D’angelo, Francesco Corso con il timoniere Ivan Marsala hanno festeggiato e brindato direttamente in barca, mentre gli altri equipaggi erano ancora in corsa e si trovavano lontani dal punto di arrivo.

Non c’è stata storia durante il palio. Già alla partenza il team Akradina aveva preso il largo lasciando dietro l’equipaggio di Ortigia, mentre Neapolis, Epipoli e Tiche a circa metà gara si contendevano la terza posizione. Tiche dopo il Castello Maniace riusciva a distaccarsi da Epipoli e Neapolis assicurandosi in questo modo il terzo posto con arrivo in solitario.

Nonostante la pioggia pomeridiana la regata si è svolta regolarmente. E’ stato Emanuele Schiavone, responsabile dell’Associazione “Il gozzo di Marika” (dal nome della barca dedicata alla figlia Marika) ed organizzatore dell’evento a dare il via dopo il giusto ricordo ai caduti in mare. A incitare i cinque equipaggi sono stati tanti siracusani che non hanno voluto perdersi questa regata storica e hanno applaudito dalla costa e dalle imbarcazioni che hanno accompagnato nelle vicinanze gli equipaggi.

Il palio è stato preceduto da un sorteggio necessario per assegnare i gozzi alle squadre, in quanto le imbarcazioni, messe a disposizione dell’Associazione “Il gozzo di Marika”, non sono esattamente tutte uguali. I buzzetti sono stati realizzati nel 2009 con un iniziale autofinanziamento dei soci dell’Associazione e sono stati costruiti a mano nei cantieri siracusani.

Soddisfatto Emanuele Schiavone: “Inizialmente la regata storica si svolgeva il 15 agosto, durante la festività dell’Assunta, ma l’organizzazione dell’evento richiedeva un impegno notevole considerato il pieno periodo festivo. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di spostarla durante la prima domenica di agosto. E’ stata una bella regata, il prossimo anno coinvolgeremo maggiormente i siracusani e chiederemo maggiore collaborazioni alle associazioni attive della città”.

Gli equipaggi erano così formati. Equipaggio Tiche: Agatino Abate, Vincenzo Alessi, Anna Ferrarello, Alfio Privitera con il timoniere Orazio Sammito. Equipaggio Epipolis: Adriana Marino, Nunzio Bruno, Antonio Borrelli, Gianni Russo con il timoniere Debora Crisafi. Equipaggio Neapolis: Sergio Campisi, Corrado Iacono, Alessandro Runza, Giuseppe Samuele Falco e Maurizio Brancato. Equipaggio Ortigia: Claudio Santirelli sossio, Rosario Nicastro, Carmelo Dimartino, Giuseppe Lauretta con il timoniere Davide Campisi.

 

 

 

 

(Foto Antonio Calasanzio)