La Civetta di Minerva, 19 gennaio 2018

Non traggano in inganno le foto realizzate da L'Isola dei Cani/Il Bar sotto il mare Associati. Quello fotografato non è il gesto autolesionista di uno sconsiderato, bensì un particolare rituale originario dell'Arcipelago della Caninesia dove è usanza tambureggiare con la testa le palme di cocco, sia per far cadere a terra le grosse noci, sia per scacciare uno spiritello cattivo chiamato nell'idioma caninese "Janu ro coccu". Ma che ci azzecca tale usanza con l'immagine qui riportata? 

La spiegazione sta nel manufatto (o malufattu che dir si voglia) cartaceo obiettivo delle testate in questione: da parecchi anni a Siracusa sui muri di qualche palazzo, periodicamente, si materializza un foglio trasudante i tipici sentori conosciuti in lingua tedesca con l'appellativo di minkiaten o scuren. E ormai da tempo esperti di fama internazionale dei fenomeni paranormali, studiosi dell'occulto, sacerdoti esorcisti e seguaci della trasmissione Kazzenger cercano di comprendere l'origine di tale mistero murale. 

Oltremodo inquietante la scritta che compare sul foglio, ben visibile negli scatti fotografici, dove si annuncia iI ritorno nella cittadina di Priolo dell'uomo simbiotico Pippo&Gianni. Secondo alcune fonti cinematografiche si tratterebbe in realtà del remake del film "Alien - La Clonazione" con Pippo&Gianni ad interpretare sia Alien e sia il personaggio reso famoso dall'attrice Sigourney Weaver. Insomma, una miscela esplosiva peggio di un impianto di raffinazione della zona industriale.