I 48 aspiranti Ispettori Ambientali Volontari hanno sostenuto i colloqui previsti dal regolamento comunale dopo il corso teorico di 20 ore. Si attende ora il giuramento dinanzi al sindaco Giancarlo Garozzo

[Salvo La Delfa]

Sono stati 48 i cittadini siracusani che, dopo aver svolto un corso di 20 ore, hanno sostenuto l’esame per diventare Ispettore Ambientale Volontario del Comune di Siracusa, figura istituita durante l’adunanza del Consiglio Comunale di inizio dicembre 2015 con compiti di prevenzione, vigilanza, controllo della corretta gestione dei rifiuti, dell’igiene e del decoro urbano.

La commissione, composta da Salvatore Correnti, Comandante della Polizia Municipale di Siracusa, da Vincenzo Migliore, dirigente Settore Ambiente, Emma Schembari, esperta in politiche ambientali e coadiuvata da Sandro Randazzo, responsabile del servizio Igiene Urbana e da Marika Cassone, dipendente dell’Ufficio Ambiente, ha effettuato per tre mattinate consecutive i colloqui che hanno trattato tutte le ordinanze sindacali e i regolamenti comunali che sono stati emanati sul tema dei rifiuti e dell’ambiente in questi ultimi anni.

Questi argomenti erano stati trattati durante il corso teorico/pratico, tenutosi nel mese di novembre 2016 con lezioni di Salvatore Cortesiana, dirigente responsabile della formazione, Romualdo Trionfante, responsabile della Polizia ambientale e dagli stessi Sandro Randazzo ed Emma Schembari. Il corso si era concluso con una visita esterna presso la piattaforma di riciclo Ecomac Smaltimenti.

Soddisfatta la commissione che, oltre ad avere avuto modo di verificare la costante frequenza al corso teorico/pratico, ha potuto appurare l’impegno e lo studio dei volontari che hanno sostenuto l’esame. Emozionati i corsisti che si sono sottoposti al colloquio perché fortemente motivati a ricoprire questo ruolo sociale che può essere fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi ambientali che il Comune di Siracusa si sta ponendo.

Dopo l’esame, è previsto il giuramento degli ispettori ambientali volontari dinanzi al sindaco Giancarlo Garozzo e all’assessore Pierpaolo Coppa.

Secondo quando disposto dal regolamento comunale n.189 del 10/12/2015, l’Ispettore Ambientale Volontario avrà funzioni di polizia amministrativa (quindi di incaricato di pubblico servizio) ed eserciterà i poteri di accertamento previsti dalla legge 689/81. In base a ciò, potrà svolgere attività di informazione ed educazione dei cittadini per la gestione dei rifiuti, prevenzione per evitare danni ambientali, vigilanza ambientale, controllo ed accertamento del rispetto dei regolamenti e delle ordinanze. Quindi, l’ispettore ambientale volontario dovrà compilare i rapporti di servizio, i verbali di ispezione e di accertamento con obbligo di invio entro 48 ore al comando della polizia municipale. Non è prevista nessuna retribuzione per l’ispettore ambientale volontario.