La Civetta di Minerva, 10 giugno 2016

In tempo di elezioni amministrative, la commissione antimafia ha rilevato che tra i tantissimi candidati ce n’erano 14 impresentabili perché non proprio lindi ma troppo vicini, diremmo quasi uniti... insomma, in odore di delinquenza seria. L'anno scorso erano trentuno, compreso De Luca, che comunque è stato eletto alla faccia della commissione antimafia e degli studi, delle riunioni e dei soldi spesi e di tutto il resto.

Proprio perché erano solamente 14 e non più 31, la commissione antimafia era bella contenta. Lasciamo stare, ogni commento è superfluo. Solo una domanda: chissà quanti sono i candidati sindaci in Germania che sono delinquenti patentati e quanti voti prendono.

Ve lo dico io chi sono gli impresentabili! Sono i violenti, i bastardi che picchiano gli anziani nelle case di riposo, gli animali che maltrattano i bambini all'asilo, i maledetti che perseguitano le donne. Gli impresentabili sono gli uomini violenti, quelli che si giocano gli stipendi al gratta e vinci, quelli che arrivano a casa ubriachi. Gli impresentabili sono i ragazzi che perdono il loro tempo davanti ai video giochi e non sanno cosa sia un libro, le madri che glielo consentono, i padri che non se ne accorgono. Gli impresentabili sono gli insegnanti che non insegnano, i portalettere che non citofonano, i vigili urbani dentro ai bar.

Gli impresentabili sono i magistrati che rinviano i processi a due-tre anni, e se ne fottono che ci sia gente che aspetta di vedere riconosciuti i propri diritti. Gli impresentabili sono gli infermieri che cazzeggiano in ospedale invece di prestare assistenza ai malati, i primari che timbrano e vanno in piscina, i medici che non si aggiornano. Gli impresentabili sono i giornalisti schierati, che nascondono le notizie che non gli convengono ed esaltano le altre, anche se false. Gli impresentabili sono i pedofili, gli spacciatori, i bancarottieri che rovinano migliaia di famiglie.

Gli impresentabili sono i politici corrotti, i poliziotti corrotti, i preti corrotti, gli avvocati corrotti. Gli impresentabili sono quelli che non fanno il lavoro per il quale sono pagati, l'impiegato comunale che timbra e se me va a fare la spesa, il banchiere che vende titoli spazzatura.

Ecco, questi sono gli impresentabili. Dovrebbero vergognarsi di esistere e invece si esibiscono, addirittura si candidano e, perché veramente al peggio non c'è fine, c'è anche gente che li vota!

Devo aggiungere un certo tipo di persona a quell'elenco già fatto. Sono impresentabili quelli che sostengono che gli immigrati devono essere rigettati in mare, quelli che alzano i muri alle frontiere, quelli che parlano delle persone che fuggono da fame e guerra come se fossero animali, quelli che non si commuovono davanti a un uomo che annega nel tentativo di salvare il proprio figlio.

Gli impresentabili sono quelli che la notte dormono comodamente nei loro letti dopo avere instillato odio e razzismo in quei quattro fancazzisti che ancora li seguono, senza rendersi conto del fatto che un giorno i loro figli si vergogneranno di loro e già oggi i loro genitori lo fanno.

Ecco, questi sono veramente impresentabili. Secondo la commissione antimafia, sarebbero solo 14. Ma fatemi il piacere!