Il docente di lettere del Quintiliano si mette in gioco coi 200 candidati che vogliono partecipare alla popolare trasmissione. Ne dovranno scegliere cinquanta. Il siracusano risponde a domande su Gianni Morandi e Ugo Foscolo

 

La Civetta di Minerva, 18 marzo 2016

“Prova pulsante – Quasi quasi Rischiatutto” per il professor Osvaldo Terranova, docente di Lettere presso il Liceo polivalente “Marco Fabio Quintiliano” di Siracusa.

Il programma di RaiTre, a cura del popolare conduttore Fabio Fazio e di Ludovico Pellegrini – il mitico “Signor No” - per la regia di Duccio Forzano, ha visto misurarsi il professore siracusano con una batteria di domande su Gianni Morandi e Ugo Foscolo, accoppiata di argomenti senz’altro insolita ma rispondente agli studi e alle passioni del docente.

Osvaldo Terranova è uno dei 1.600 aspiranti concorrenti provinati per la trasmissione che andrà in onda prossimamente; dalla prima scrematura sono emersi 200 concorrenti, tra cui verranno scelti i 50 che gareggeranno a colpi di pulsante nella prossima stagione televisiva.

Il febbraio 1970 Mike Bongiorno conduceva la prima puntata di “Rischiatutto”, fabbrica di personaggi e fonte anche di analisi semiologiche come quella di Umberto Eco (pensiamo alla “Fenomenologia di Mike Bongiorno): chi non ricorda la signora Longari o Massimo Inardi? “Rischiatutto” riuniva famiglie e condomini, amici e clienti dei locali pubblici, tutti davanti alla scatola parlante che ha fatto la storia del nostro paese.

Osvaldo Terranova, dopo qualche quesito di riscaldamento su argomenti di cultura generale, ha schivato le insidie del fuoco incrociato di domande su Foscolo – gli amori, lo pseudonimo di Didimo Chierico, l’incontro con Parini… – e su Morandi, al ritmo di “Andavo a cento all’ora”, “Non son degno di te”, “In ginocchio da te” e da siracusani non possiamo che augurargli di essere come il protagonista della canzone “Uno su mille” e di aggiudicarsi il diritto di prendere parte alla trasmissione come concorrente.