• DUE STRADE TROVAI NEL BOSCO … TRA SCISSIONI E TRASFORMAZIONI IN ATTESA DEL PD CHE NON C’È

    Qui il PD non c’è. Di sicuro c’è la “nuova cosa” di Renzi (“Due strade trovai nel bosco, ed io scelsi quella meno battuta …” A dire il vero il Pd non c’è mai stato e se c’era si è tirato (o l’hanno tirato) fuori. Ma non c’è nemmeno nessuno dei partiti tradizionali e nessuna delle compagini politiche che si sono fronteggiate alle amministrative del 2018. Se si guarda alla composizione attuale del consiglio comunale, ai gruppi consiliari costituiti, nessuna delle liste presentate ed elette nel giro di un anno (per alcuni molto meno) ha mantenuto la sua originaria formazione e collocazione. In pochi mesi uno straordinario cambio di casacca, di scranno, di appartenenza e di banchi (dalla maggioranza all’opposizione e dall’opposizione alla maggioranza) ha determinato una scomposizione e ricomposizione di gruppi che ai più è passato inosservato. O forse indifferente, visto il valore etico-politico del gesto e dei suoi attori.

    È tempo di scissioni, dunque. A livello nazionale si scinde il PD, si è scissa F.I., si è scissa la Sinistra (quella ormai non fa più notizia), si è scisso, frantumato e disperso il Centro con tutta quella varietà di sigle che lo caratterizzava (UDC, CDU, CCD, DDT, COCCODÈ). Vuoi che a livello locale ci facciamo mancare le nostre scissioni?

    Il PD è caso a parte. Unito non lo è stato mai e da anni non riusciva ad avere i numeri per costituire una squadra di calcio ma a malapena quella di calcetto. Adesso, con la fuoriuscita di Renzi come giocherà? A tennis o a calcio balilla? Al momento non riesce ad esprimere un nome per la giunta. Ma a chi spetta farlo?

    Si è scisso (ma da tempo) Progetto Siracusa. Quella straordinaria macchina da guerra che stravince dal 2013 al primo turno per crollare al secondo. Uno tra i più consistenti gruppi in consiglio comunale si è subito frantumato e i resti (compreso il leader Reale) confluiti al Gruppo Misto. I suoi alleati hanno un posto in giunta.

    Si scindono i Verdi che pur non esistendo da decenni in consiglio comunale riescono a scindersi o meglio a trasformarsi con un’operazione di marketing e trakkiging: non candidati e non presenti riescono comunque a formare un gruppo e ad ottenere un posto in giunta. Il tutto senza che il suo leader o storico rappresentante ne sappia qualcosa. Così come nessuno degli elettori e simpatizzanti. (chi sono da dove vengono questi consiglieri comunali autodefinitisi gruppo Verde? Che passato hanno di ambientalisti? Dove hanno militato e per quali iniziative si sono battuti?) Come è possibile che un “sempreverde” (questo sì) riesca con fare gentile ad appropriarsi di partiti (prima Sel ora i Verdi) senza averci mai militato? Cose, cose dell’altro mondo. Quello della politica con la p minuscola.

    Si scinde il M5S … gli anticasta, antisistema, anti corrotti, antitutto erano il gruppo più numeroso, la lista più votata e in meno di un anno sono riusciti anche loro nella difficile impresa di dividersi in 3 + 2 o meglio in 5 – 2. Intanto la Presidente del Consiglio Comunale lavora bene e viene apprezzata.

    Si scinde Lealtà e Condivisione? Per fortuna no. Ma il travaglio c’è. Alcuni aderenti mugugnano non condividendo a volte le scelte del sindaco, per ultima la nomina dell’arch. Maura Fontana, già assessora con Bufardeci, dai trascorsi politici di destra, fino a ieri collocata come avversaria di questa amministrazione, da molti ritenuta protagonista del saccheggio del territorio, della cementificazione (conseguenza del Piano Regolatore del 2004), nemica del Piano Paesaggistico, con un procedimento alle spalle da cui è uscita assolta ma per alcuni i dubbi rimangono. Finora il gruppo Lealtà e Condivisione si è sempre dimostrato fedele e corretto. I suoi consiglieri sono tra i più proficui dell’Amministrazione targata Italia e il sostegno politico non verrà meno, ma un certo malumore tra alcuni iscritti permane.

    Si scinde dunque o meglio si trasforma la connotazione tradizionale della politica nostrana: Centro? Destra? Sinistra? Centro destra? Centro sinistra? Appaiono definizioni di sicuro assenti, categorie di un passato ancora recente ma non sappiamo se superate. Non è un caso che in Consiglio Comunale il Gruppo più numeroso sia quello “Misto”, cioè di quelli che non hanno una appartenenza definita: ben 11 (Undici!) su 32 totali. Insomma una “Nuova Cosa” (da Forza Italia a Italia Viva, con Italia comunque al Centro) cresce e si manifesta. E questa amministrazione tutta siracusana, fatta di ex (ex destra, ex centro, ex tutto e contrari di tutto, ne vuole essere la dimostrazione. Per dirla con parole del sindaco: “Abbiamo il dovere morale di RIBALTARE i piani delle categorie politiche e di superarle, muovendoci nel campo della AZIONE e non della reazione, della libertà e non del condizionamento, della pace e non del conflitto, dell’inclusione e non della separazione …” e qui ritorna la frase di Frost presa in prestito da Renzi: “Due strade trovai nel bosco, ed io scelsi quella meno battuta. Ed è per questo che sono diverso”. Che i più maliziosi, i più diffidenti o i più profani traducono invece in: la strada dell’opportunismo, quella di comodo (tu mi voti le mie delibere, mi sostieni in Consiglio e io ti do un posto in Giunta). Ma queste sono dicerie di popolo, discorsi da bar. Sarà la Storia a dirci la verità. E noi aspettiamo. Sulla strada all’uscita del bosco.

  • LA LUCE IN FONDO AL TUNNEL: 50 MLN PER LE ZES IN SICILIA

    P. Ficara M5S: “Abbiamo portato il numero degli ettari per la provincia aretusea a 700. Ma io ho la convinzione che la Regione possa fare di più”

  • PROVE DI CITTADINANZA ATTIVA: I GIOVANI IN PIAZZA CONTRO SALVINI

    La testimonianza di una ragazza fermata prima del comizio

  • LA COSA GIUSTA

    Il dubbio se andare era forte. Più forte il dubbio “se ci si va, cosa si fa?”

  • SALVINI: VISITE ISTITUZIONALI O TOUR ELETTORALI?

    Un esposto per sapere con i soldi di chi

  • La Repubblica dell’Isola dei Cani ha individuato nelle sue acque una nuova pericolosa specie marina aliena: l’Oloturia Legaiola

    Lo scorso 11 agosto una spedizione congiunta della Sezione Ambiente e Ricerca Scientifica della Repubblica dell’Isola dei Cani, col supporto tecnico-logistico dell’Arcipelago della Caninesia, ha stazionato per alcune ore nelle acque limitrofe a quelle di Siracusa effettuando delle operazioni di rilevante interesse riguardanti l’individuazione di una nuova specie marina aliena ritenuta pericolosa. Sui contenuti dell’iniziativa è stato diramato il seguente comunicato.

  • Salvini a Siracusa: una domenica per il futuro

    Il cialtrone ha risvegliato l’animo di centinaia di giovani e meno giovani, allargato le coscienze critiche di tanti

  • CITTADINI-LAVORATORI CON DIRITTI PARZIALI E STIPENDI RIDICOLI

    Italia (FLC-CGIL): “I COCOCO sono figli di nessuno. Troppo pochi per avere l’attenzione dei politici”

  • CASA MONTEFORTE: UN BENE COMUNE DA RECUPERARE

    Casa Rossa (E.Tomasello): “Si faccia finalmente chiarezza”

  • NUOVI BANDI DI GARA PER I SITI DEL COMUNE MA QUALCOSA ANCORA NON TORNA

    Zito (M5S): “Per stabilire il valore delle concessioni è indispensabile definire il tipo di contratto con il privato”

News

DUE STRADE TROVAI NEL BOSCO … TRA SCISSIONI E TRASFORMAZIONI IN ATTESA DEL PD CHE NON C’È

Attualità
ALDO CASTELLO
Venerdì, 20 Settembre 2019 10:10
Qui il PD non c’è. Di sicuro c’è la “nuova cosa” di Renzi (“Due strade trovai nel bosco, ed io scelsi quella meno battuta …” A dire il vero il Pd non c’è mai stato e se c’era si è tirato (o l’hanno tirato) fuori. Ma non c’è nemmeno nessuno dei partiti tradizionali e nessuna delle compagini politiche che si sono fronteggiate alle amministrative del 2018. Se si guarda alla composizione attuale del consiglio comunale, ai gruppi consiliari costituiti, nessuna delle liste presentate ed elette nel giro di un anno (per alcuni molto meno) ha mantenuto la sua originaria formazione e collocazione. In pochi mesi uno straordinario cambio di casacca, di scranno, di appartenenza e di banchi (dalla maggioranza all’opposizione e dall’opposizione alla maggioranza) ha determinato una scomposizione e ricomposizione di gruppi che ai più è passato inosservato. O forse indifferente
leggi tutto

Polluction

Cultura
anti
Venerdì, 20 Settembre 2019 09:53
Commedia in 2 atti di GIUSEPPE ILACQUA - SCRITTA NEL 1978 RIVISITATA NEL 2018
leggi tutto

PROVE DI CITTADINANZA ATTIVA: I GIOVANI IN PIAZZA CONTRO SALVINI

Siracusa
CATERINA DE BENEDICTIS
Venerdì, 16 Agosto 2019 18:40
La testimonianza di una ragazza fermata prima del comizio
leggi tutto

LA COSA GIUSTA

Siracusa
Aldo Castello
Mercoledì, 14 Agosto 2019 19:59
Il dubbio se andare era forte. Più forte il dubbio “se ci si va, cosa si fa?”
leggi tutto

SALVINI: VISITE ISTITUZIONALI O TOUR ELETTORALI?

Siracusa
Marina De Michele
Lunedì, 12 Agosto 2019 19:06
Un esposto per sapere con i soldi di chi
leggi tutto

Salvini a Siracusa: una domenica per il futuro

Siracusa
ANTONIO ANDOLFI
Mercoledì, 14 Agosto 2019 07:16
Il cialtrone ha risvegliato l’animo di centinaia di giovani e meno giovani, allargato le coscienze critiche di tanti
leggi tutto

CITTADINI-LAVORATORI CON DIRITTI PARZIALI E STIPENDI RIDICOLI

Scuola
CONCETTA LA LEGGIA
Lunedì, 12 Agosto 2019 15:03
Italia (FLC-CGIL): “I COCOCO sono figli di nessuno. Troppo pochi per avere l’attenzione dei politici”
leggi tutto

CASA MONTEFORTE: UN BENE COMUNE DA RECUPERARE

Siracusa
MARINA DE MICHELE
Domenica, 11 Agosto 2019 13:31
Casa Rossa (E.Tomasello): “Si faccia finalmente chiarezza”
leggi tutto

NUOVI BANDI DI GARA PER I SITI DEL COMUNE MA QUALCOSA ANCORA NON TORNA

Siracusa
MARINA DE MICHELE
Sabato, 03 Agosto 2019 09:46
Zito (M5S): “Per stabilire il valore delle concessioni è indispensabile definire il tipo di contratto con il privato”
leggi tutto

“UNA BATTAGLIA GIURIDICA EMBLEMATICA PER TUTTI” PER LA LIBERTA’ DI STAMPA E I DIRITTI DEI GIORNALISTI

Attualità
MARINA DE MICHELE
Venerdì, 02 Agosto 2019 09:32
Silvia Mazza: “Archiviate le due querele della dott.ssa Panvini” Sdegno per la chiusura di alcune redazioni del Giornale di Sicilia
leggi tutto

Home

BAR SOTTO IL MARE

      

Simona Princiotta e la storia di Biancaneve e i sette cani

Leggi tutto: BAR SOTTO IL MARE

Né con Vecchioni né con Crocetta

Et voilà! Ecco che il professor cantautore Roberto Vecchioni, con la semplice ed essenziale frase “Sicilia sei un’isola di merda perché non ti ribelli”, è riuscito a scatenare un fondamentale dibattito di cui si sentiva davvero la necessità. Perché molti siciliani per fare i conti con se stessi, con la storia e le tante stridenti contraddizioni di questa terra e con un presente molto problematico, hanno evidentemente bisogno della rude spinta verbale del personaggio famoso di turno, in questo caso di passaggio da Palermo e sconvolto dalla visione di un così alto numero di conducenti di motocicli senza casco, e delle loro scorribande nel tentacolare traffico cittadino. Che è il problema principale di Palermo, come ebbe a rivelare il film Johnny Stecchino di e con Benigni.

“Siamo un’isola di merda sì, sì, sì, sì, di più, di più, di più” – hanno condiviso alcuni il Vecchioni-pensiero con godimento degno di seguaci di Von Masoch. Di contro l’indignazione dei molti cultori di sicilianità, violata dal Vecchioni medesimo che è stato insultato e bacchettato a più non posso per la sua colpevole ignoranza riguardo il primato storico-geografico-culturale-antropologico-scicchigno dei siciliani. Per non dire delle odi alla straripante bellezza della Sicilia, rimarcata con spirito promozional-turistico-naturistico, di persona personalmente, dal presidente della Regione fotografato sdraiato sulla spiaggia di Castel di Tusa in posa “Saro desnudo”, e immerso nelle prospicienti acque azzurre di quell’angolo di costa tirrenica messinese.

Con raro sprezzo del ridicolo il governatore Crocetta & Delizia ha difatti affermato che “La Sicilia è un’isola bellissima. La più bella del mondo”.

“Ma più bella di tutte” è “l’Isola Non-Trovata/quella che il Re di Spagna s’ebbe da suo cugino/il Re di Portogallo con firma sugellata/e bulla del Pontefice in gotico latino” - comincia una poesia di Guido Gozzano, che un bel po’ di decenni addietro ispirò, per la sua canzone “L’Isola non trovata”, Francesco Guccini. Che di Roberto Vecchioni è amico.

E rimanendo in campo poetico-cantautorale, sovviene il grande Fabrizio De Andrè quando in “Via del Campo” osserva che mentre “dal letame nascono i fior” “dai diamanti non nasce niente”. Più o meno come da certe esternazioni sparate senza pensare, da cui nascono solo polemiche babbigne e repliche ridicole.

Il sindaco fantasista Gian Karl Gar Garoz e l’amico Alfredo Foti

Alle critiche manifestate da vari settori per la nomina dell’assessore nipote dell’on. Gino, i suoi estimatori replicano che conosce bene la macchina amministrativa e sa ad esempio come sostituire una gomma bucata con la ruota di scorta

Leggi tutto: Il sindaco fantasista Gian Karl Gar Garoz e l’amico Alfredo Foti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Bar sotto il Mare

Sistema Amara, oltre la notizia

CARMELO MAIORCA
Domenica, 02 Giugno 2019 16:06

Bar sotto il mare, botta e risposta

Vinciullo-Maiorca
Domenica, 03 Giugno 2018 11:53

Cultura

Polluction

anti
Venerdì, 20 Settembre 2019 09:53

SOLD OUT PER LA TOSCA, FRA TRADIZIONE E HI TECH

MICHELA ITALIA
Domenica, 28 Luglio 2019 15:15

Lignea è la personale di Antonio Sciacca

FRANCESCO MAGNANO
Sabato, 13 Luglio 2019 10:12

Dossier

Legge sull'acqua: in Commissione ok alla ripubblicizzazione

MARCO BERSANI
Giovedì, 21 Febbraio 2019 19:22

Sai 8 versò agli avv. Amara e Toscano quasi 3,3 milioni

MARINA DE MICHELE
Martedì, 22 Gennaio 2019 15:32

Processo Sai 8, col cerino in mano è rimasto solo l’AD Ferraglio

Marina De Michele
Domenica, 20 Gennaio 2019 08:26

Chi siamo

Continueremo a difendere l’ambiente, il multiculturalismo, il welfare, l’etica politica, a lottare contro ogni sfruttamento delle persone, delle città e dei territori, a sostenere la necessità di uno sviluppo economico coniugato con l’ecosostenibilità delle iniziative.

Privacy Policy Cookie Policy

Dove siamo


Viale Santa Panagia 136/H

Contattaci

Se ci vuoi supportare, chiamaci allo 3331469405 / 3337179937 o manda un'email a: redazione@lacivettapress.it / postmaster@pec.lacivettapress.it

Showcases

Background Image