• Il presidente della Pro Loco Siracusa: “È un incubatore di progetti, ora abbiamo bisogno di strutturarci e crescere”

    Incontriamo Luigi Puzzo, presidente della Pro Loco provinciale, perché vogliamo capire bene questa associazione. È da un po’ di tempo che osserviamo il suo locale di piazza santa Lucia sempre aperto e frequentato da giovani. Cosa rara in città.

    Innanzitutto cos’è una pro loco?

    Le pro loco sono associazioni di promozione sociale a livello nazionale, possiamo dire che il mondo pro loco è cambiato da quando si è creata l’unione nazionale, questo ha dato una forte spinta specialmente nei piccoli centri dove le pro loco nascono e lì le persone sviluppano valori materiali e immateriali nella conoscenza del territorio per cui da queste cose si diventa punti di riferimento da portare alla più vasta comunità, è così che si crea un legame più stretto fra la realtà sociale e gli enti locali. Il Comune ha la necessità di risorse umane a cui trasferire progetti, programmi all’esterno e interno.

    L’associazione la possiamo definire un incubatore di valori, progetti per lo sviluppo del territorio?

    Esatto, in questo modo in un territorio si può passare da una sagra locale effettuata per far conoscere prodotti alimentari locali a diventare fiera campionaria anche di un territorio più ampio dove si sviluppa il commercio, l’artigianato, ecc. locale costruendo nuove imprese e attivando nuova occupazione.

    Divenendo anche espositori di qualità della specifica comunità?

    Già, è proprio questo quello che avviene nel Trentino, lì le pro loco sono molto sviluppate.

    Come siete organizzati?

    La struttura è divisa in nazionale, regionale e provinciale onnipresente in tutti i comuni. Abbiamo ben 6.200 sedi, con mezzo milione di soci che operano anche in sperduti paesini. C’è una normativa regionale siciliana che stabilisce in un albo quali sono le pro loco.

    E a Siracusa come è combinata la situazione?

    Per la Sicilia abbiamo avuto una particolare situazione: come dicevo, è stata scritta un’apposita legge regionale sulle pro loco solo nel 2015, autore l’onorevole Fabio Granata.

    Perché solo pochi anni fa?

    Prima delle pro loco esistevano l’Apt (azienda provinciale turismo) e l’Enit (ente nazionale turismo) enti dedicati al turismo che non dialogavano fra loro e non erano molto attivi; quando sono scomparsi rimaneva un vuoto da colmare, almeno per le iniziative poichè le pro loco non sono nate per il turismo. Perciò è stata varata questa legge, che contiene un grave errore. Essa dichiara che le pro loco possono in ogni provincia essere create in una percentuale dei residenti, così a Siracusa esisterebbero più pro loco fino a un massimo di tre. Ciò innescava un conflitto con lo statuto nazionale delle pro loco che ne riconosce una sola a livello provinciale a cui fare riferimento.

    Quindi?

    La risposta era: chi si affiliava prima veniva riconosciuta dal nazionale. Così noi il 25 febbraio del 2016 abbiamo costituito questa, io ne sono il fondatore e presidente e da allora si sono aperte le mie disgrazie al di là del grande e soddisfacente impegno.

    Perché disgrazia?

    Ci vogliono sempre soldi, anche se stiamo ottenendo con i tanti rapporti che instauriamo poco alla volta dei rientri. Difatti, abbiamo il riconoscimento di avere ragazzi per il servizio civile pagati dallo Stato che in questo caso si stanno dando molto da fare, abbiamo stipulato protocolli d’intesa con il Comune e con altri enti. Il Comune ci ha affidato una sede a Ortigia, il problema adesso è quello di crescere al nostro interno. Poiché abbiamo ottenuto il riconoscimento dalla legge 383 come associazione di promozione sociale, questo comporterà, qui a Siracusa, l’ammissione al Terzo Settore con l’assegnazione, alla comparsa di bandi comunali, d’immobili, suolo pubblico o altro alla pro loco. Insomma, “siamo una Ferrari” sotto questo aspetto. Inoltre anche per i lavori richiesti dal Comune possiamo presentarci primi: un esempio è la cartellonistica. Alla fine possiamo definirci un piccolo Comune. Ora abbiamo bisogno di crescere per avere una struttura adeguata.

    Come siete organizzati?

    C’è un presidente e un vice, un segretario e il consiglio direttivo. Abbiamo un sito dove c’è tanto. Facciamo tesseramento chiedendo una piccola quota annuale (20€), dimezzata se l’iscritto vuole dare una mano. Abbiamo, attualmente, 50 soci sostenitori. È chiaro che chiunque può portare il suo contributo, anche se non è socio, qui la porta è sempre aperta.

    I vostri progetti per quest’anno?

    Siamo già partiti con la biblioteca che sta avendo successo, vogliamo aprire una forma di baratto con un regolamento che stiamo preparando, stiamo costituendo un programma giovani con i nostri sei che lavorano da servizio sociale. Loro qui si sono altamente motivati e alcuni vogliono continuare da volontari anche dopo questa esperienza pagata dallo Stato; e sono loro la forza e la spinta per tutti noi. C’è la presentazione di libri, la festa della musica e quella della pro loco. È nato un corso teatrale per ragazzini diretto dalla compagnia teatrale “La Comica”. Insomma, le idee e i progetti sono tanti, sono i soldi che mancano, ma nonostante le difficoltà finanziarie vogliamo aprire un cinema e, se troviamo qualcuno disposto e capace di farlo, anche cineforum ogni lunedì sera. Ho molta speranza, mi dico sempre che i soldi vengono per ultimo, prima ci vuole volontà, piacere di fare quella cosa. Abbiamo in mente di farci affidare dei siti per lo sbigliettamento in modo da far guadagnare qualcosa ai giovani che aiutano qui. È per tutte queste cose che ci frullano in testa che abbiamo bisogno di volontari entusiasmati nel cambiare la comunità, innamorati nel farlo. Ad esempio, c’è chi è disposto a presentare la sua collezione di bottiglie di vetro colorate, viene qua, si fa pagare qualcosa per i suoi manufatti. La pro loco gli dà lo spazio per questa sua esposizione.

    Oggi, l’affitto e tutti i servizi sono sulle tue spalle?

    Si, per ora è così, ma li spendo volentieri sia perché è gratificante ciò che faccio, sia perché penso che in pro loco vi saranno entrate. Quest’anno abbiamo venduto statuette di santa Lucia, vogliamo fare degustazione la domenica e cercare sponsor, ci sono state convenzioni e scontistica come quella con la Dentix che offre ai nostri soci il 20% di sconto per qualsiasi operazione ai denti. Stiamo implementando il nostro sito e questo ci permette di farci conoscere e di valorizzare ciò che facciamo.

     

     

  • ANTONIO RANDAZZO, “L’ARTISTA DI STRADA” VANTO DI SIRACUSA

    La sua mappa turistica è un innovativo strumento di mobile marketing

  • La Civetta di Minerva: in edicola il nuovo numero di sabato 25 Gennaio 2020

    Sostieni il nostro impegno: chiedilo in edicola. Per te è solo un euro, per noi un grande aiuto, per la realtà sociale un mezzo di informazione libero, unico e originale. Non fermiamo le poche voci che sono svincolate da chi decide cosa e quando bisogna sapere. L'informazione è potere. Riappropriamoci della capacità di avere un nostro strumento d'informazione. Ti aspettiamo!

  • STORIE DI ORDINARIA FOLLIA (AMMINISTRATIVA) ANCHE AD AUGUSTA

    Locali in disuso della stazione ferroviaria: il Comune prima li assegna e poi si pente. Due anni di trattative e impegni per lasciare tutto in un desolante abbandono

  • LA VOCE DEL RECENSORE: UNA NUOVA OPPORTUNITÀ PER GIOVANI SCRITTORI

     

    Attorno ai libri ruota tutto un mondo a molti sconosciuto: oltre ai librai vanno considerati i distributori e prima ancora gli editor e gli agenti letterari. Altre figure della “filiera” del libro sono i recensori, che tramite i siti letterari, i blog e i social come Facebook, Twitter, Instagram e altri diffondono le notizie relative al libro, al suo autore e al suo mondo.

    Il recensore odierno riveste il ruolo che fino a qualche anno fa era di competenza più accademica, cioè dei critici letterari – docenti universitari, giornalisti specializzati, scrittori di riconosciuta fama e peso.

    Occorre quindi ponderare con attenzione ciò che viene pubblicato in rete, specie alcune recensioni volutamente o esageratamente positive o stroncature immotivate.

    Riceviamo e pubblichiamo la proposta di uno spazio nato di recente e specificamente dedicato alla promozione degli autori: La Voce del Recensore che, dopo una soddisfacente esperienza decennale in campo editoriale, diventa spazio per la valutazione delle opere letterarie: quelle ritenute meritevoli (da inviare a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) saranno recensite da editor qualificati e recensori che metteranno a disposizione dell’autore la propria professionalità e competenza, il tutto gratuitamente (diffidare sempre dei servizi a pagamento, se non offerti da agenzie di riconosciuta serietà) a fronte di simbolici e volontari contributi a sostegno dello spazio stesso.

    Il sito in questione sarà visionabile all’indirizzo www.scritturaviva.simplesite.com.

  • 2020: ANNO DELLA SFIDA PER L’EMERGENZA CLIMATICA

    La Sicilia in ritardo per Zes mentre il nord si organizza e accaparra le risorse messe a disposizione dal governo

  • AUGUSTA E I PASTICCI DI FINE ANNO

    C. C. del 20 dicembre: confusione per il bilancio preventivo, i rimborsi spesa della Giunta, la riscossione tributi. E il depuratore slitta al 2023 ma senza i reflui di Agnone Bagni

  • L’ORCHESTRA BAROCCA SICILIANA “SBARCA” A SIRACUSA

     

    L’OBS “sbarca” a Siracusa: l’Orchestra Barocca Siciliana, fondata a Palermo dal flautista Piero Cartosio, dal 1986 si è distinta nell’organizzazione di concerti, festival come Palermo e Madonie Musica Antica, registrazioni discografiche e corsi di perfezionamento (a Polizzi Generosa) sulla prassi storicamente informata della musica antica e dal 2020 la sua nuova sede sarà proprio la nostra città, scelta per promuovere le sue attività istituzionali anche nella Sicilia orientale la sua attività istituzionale.

    Proprio a Siracusa infatti lo scorso 5 gennaio si è tenuto il primo concerto, che ha così ufficialmente aperto la nuova stagione dell’ensemble: presso la suggestiva Chiesa di San Martino nel cuore di Ortigia sono risuonate le note dell’organo suonato da Luca Ambrosio, quelle del flauto di Piero Cartosio e della voce del soprano Paola Modicano.

    Il refettorio, la Biblioteca e la Chiesa dei PP. Cappuccini di Siracusa, dedicata a Maria Ss.ma della Misericordia e dei Pericoli, saranno protagonisti dei successivi appuntamenti: il clavicembalo di Sebastiano Cristaldi, il flauto traversiere e il virginale di Enrico Luca e di Luca Ambrosio, gli archi di Salvatore Lorefice, Martina De Sensi e Daniele Lorefice, le voci del soprano Giorgia Cinciripi e del tenore Salvo Fresta e del coro Doulce Mémoire accompagneranno gli spettatori lungo un percorso musicale alla ri-scoperta di Corelli, Vivaldi, Bach, Mozart – interessanti le suggestioni mariane del “Vespro della Beata Vergine” al tempo di Luigi XIV, il parallelismo tra le hit parade contemporanee e quelle del Sei-Settecento e il salotto bachiano fra note e tazze di tè.

    Al pubblico interessato la gioia di seguire questo cartellone che si snoderà da febbraio a giugno.

    Per maggiori informazioni, scrivete ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure consultate i social.

  • SIRACUSA IN MOSTRA: COLLETTIVA DI FOTOGRAFIA

     

    Il 13 gennaio alle ore 17, presso la Biblioteca provinciale dedicata e intitolata ad Elio Vittorini, situata in Via Roma 31, si terrà l’inaugurazione della mostra che vedrà esposte le fotografie di Antonio Pica, Angelo Bonomo, Corrado Sorrentino, Kevin Saragozza, Giovanni Di Giorgio, Antonio Amato, Dario Monzù, Francesco Aversa, Marco Brunetti, Bruno Sauza, Chiara Mongiovì, Vincenzo Miconi, Francesco Barreca, Domenico Lo Bue, Giuseppe Aliano, Massimo Di Stefano, Daniela Cavarra, Larita Sarta, Laura Marchetti, Ignazio Calà, Maurizio Formati, Andrea Pagliari, Stefania Genovese, Stefano Piazza, Salvatore Di Maria, Eduardo Cannata, Barbara Pindo, Giuseppe Giardina, Cristina Artale, Valentina Sorrentino, Michele Ponzio, Giovanni Tumminelli, Giovanni Fontana, Fabio Di Stefano, Giancanio Sileo, Gabriele Midolo, Eleonora Turco, Eugenio Bruno, Emanuele Liali, Giuseppe Bellofiore, Giuseppe Mazzarella, Sebastiano Pirruccio, Fausto Renda, Giuseppe La Colla.

    Alcuni degli espositori hanno alle spalle la partecipazione a mostre collettive o personali, docenze e partecipazioni a laboratori e corsi di fotografia, riconoscimenti su portali relativi alla fotografia, collaborazioni con istituti scolastici e molto altro, diversi di loro sono dei semplici appassionati che tentano di catturare momenti, di “scrivere con la luce” la loro personale visione del mondo e delle cose.

    Organizzatori sono Salvatore Di Giorgio, Salvo Vasile, Sebastiano Valenti, Giovanni Bove, Dario Giannobile, Marcello Bianca e Massimo Tamajo, che hanno realizzato l’evento grazie anche al supporto di alcuni sponsor; l’intento del progetto è quello di veicolare idee e immagini e raccogliere il maggior numero possibile di diverse visioni fotografiche di Siracusa e i suoi immediati dintorni: 51 fotografi, un vero record nella storia culturale della città, che espongono 110 fotografie raccontando il loro sguardo su Siracusa.

    L’ingresso è gratuito e sarà possibile visitarla dalle 10.30 alle 13 e dalle 16 alle 20, dal 14 al 24 gennaio 2020.

  • AZIENDE EFFIMERE, PROFITTO PER POCHI, SPRECO DI RISORSE: I RISCHI DELLE ZES

    Non si tratta di pessimismo o “gufaggine”, e neanche di una “storia di fallimenti” ma c’è un “peccato di origine” che ci suggerisce di vigilare

News

Il presidente della Pro Loco Siracusa: “È un incubatore di progetti, ora abbiamo bisogno di strutturarci e crescere”

Siracusa
ANTONIO ANDOLFI
Venerdì, 24 Gennaio 2020 15:46
Incontriamo Luigi Puzzo, presidente della Pro Loco provinciale, perché vogliamo capire bene questa associazione. È da un po’ di tempo che osserviamo il suo locale di piazza santa Lucia sempre aperto e frequentato da giovani. Cosa rara in città. Innanzitutto cos’è una pro loco? Le pro loco sono associazioni di promozione sociale a livello nazionale, possiamo dire che il mondo pro loco è cambiato da quando si è creata l’unione nazionale, questo ha dato una forte spinta specialmente nei piccoli centri dove le pro loco nascono e lì le persone sviluppano valori materiali e immateriali nella conoscenza del territorio per cui da queste cose si diventa punti di riferimento da portare alla più vasta comunità, è così che si crea un legame più stretto fra la realtà sociale e gli enti locali. Il Comune ha la necessità di risorse umane a cui trasferire progetti, programmi all&rsqu
leggi tutto

ANTONIO RANDAZZO, “L’ARTISTA DI STRADA” VANTO DI SIRACUSA

Siracusa
ANTONIO ANDOLFI
Venerdì, 24 Gennaio 2020 15:43
La sua mappa turistica è un innovativo strumento di mobile marketing
leggi tutto

La Civetta di Minerva: in edicola il nuovo numero di sabato 25 Gennaio 2020

Attualità
REDAZIONE CIVETTA
Venerdì, 24 Gennaio 2020 15:32
Sostieni il nostro impegno: chiedilo in edicola. Per te è solo un euro, per noi un grande aiuto, per la realtà sociale un mezzo di informazione libero, unico e originale. Non fermiamo le poche voci che sono svincolate da chi decide cosa e quando bisogna sapere. L'informazione è potere. Riappropriamoci della capacità di avere un nostro strumento d'informazione. Ti aspettiamo!
leggi tutto

STORIE DI ORDINARIA FOLLIA (AMMINISTRATIVA) ANCHE AD AUGUSTA

Provincia
GIAMBATTISTA TOTIS
Martedì, 21 Gennaio 2020 14:36
Locali in disuso della stazione ferroviaria: il Comune prima li assegna e poi si pente. Due anni di trattative e impegni per lasciare tutto in un desolante abbandono
leggi tutto

LA VOCE DEL RECENSORE: UNA NUOVA OPPORTUNITÀ PER GIOVANI SCRITTORI

Cultura
REDAZIONE CIVETTA
Martedì, 21 Gennaio 2020 14:34
  Attorno ai libri ruota tutto un mondo a molti sconosciuto: oltre ai librai vanno considerati i distributori e prima ancora gli editor e gli agenti letterari. Altre figure della “filiera” del libro sono i recensori, che tramite i siti letterari, i blog e i social come Facebook, Twitter, Instagram e altri diffondono le notizie relative al libro, al suo autore e al suo mondo. Il recensore odierno riveste il ruolo che fino a qualche anno fa era di competenza più accademica, cioè dei critici letterari – docenti universitari, giornalisti specializzati, scrittori di riconosciuta fama e peso. Occorre quindi ponderare con attenzione ciò che viene pubblicato in rete, specie alcune recensioni volutamente o esageratamente positive o stroncature immotivate. Riceviamo e pubblichiamo la proposta di uno spazio nato di recente e specificamente dedicato alla promozione degli autori: La Voce del Recensore che, dopo una soddisfacente esperienza decennale i
leggi tutto

AUGUSTA E I PASTICCI DI FINE ANNO

Provincia
GIAMBATTISTA TOTIS
Martedì, 21 Gennaio 2020 14:21
C. C. del 20 dicembre: confusione per il bilancio preventivo, i rimborsi spesa della Giunta, la riscossione tributi. E il depuratore slitta al 2023 ma senza i reflui di Agnone Bagni
leggi tutto

L’ORCHESTRA BAROCCA SICILIANA “SBARCA” A SIRACUSA

Cultura
MARIA LUCIA RICCIOLI
Martedì, 21 Gennaio 2020 14:19
  L’OBS “sbarca” a Siracusa: l’Orchestra Barocca Siciliana, fondata a Palermo dal flautista Piero Cartosio, dal 1986 si è distinta nell’organizzazione di concerti, festival come Palermo e Madonie Musica Antica, registrazioni discografiche e corsi di perfezionamento (a Polizzi Generosa) sulla prassi storicamente informata della musica antica e dal 2020 la sua nuova sede sarà proprio la nostra città, scelta per promuovere le sue attività istituzionali anche nella Sicilia orientale la sua attività istituzionale. Proprio a Siracusa infatti lo scorso 5 gennaio si è tenuto il primo concerto, che ha così ufficialmente aperto la nuova stagione dell’ensemble: presso la suggestiva Chiesa di San Martino nel cuore di Ortigia sono risuonate le note dell’organo suonato da Luca Ambrosio, quelle del flauto di Piero Cartosio e della voce del soprano Paola Modicano. Il refettorio, la Biblioteca e la Chiesa
leggi tutto

SIRACUSA IN MOSTRA: COLLETTIVA DI FOTOGRAFIA

Cultura
MARIA LUCIA RICCIOLI
Martedì, 21 Gennaio 2020 14:17
  Il 13 gennaio alle ore 17, presso la Biblioteca provinciale dedicata e intitolata ad Elio Vittorini, situata in Via Roma 31, si terrà l’inaugurazione della mostra che vedrà esposte le fotografie di Antonio Pica, Angelo Bonomo, Corrado Sorrentino, Kevin Saragozza, Giovanni Di Giorgio, Antonio Amato, Dario Monzù, Francesco Aversa, Marco Brunetti, Bruno Sauza, Chiara Mongiovì, Vincenzo Miconi, Francesco Barreca, Domenico Lo Bue, Giuseppe Aliano, Massimo Di Stefano, Daniela Cavarra, Larita Sarta, Laura Marchetti, Ignazio Calà, Maurizio Formati, Andrea Pagliari, Stefania Genovese, Stefano Piazza, Salvatore Di Maria, Eduardo Cannata, Barbara Pindo, Giuseppe Giardina, Cristina Artale, Valentina Sorrentino, Michele Ponzio, Giovanni Tumminelli, Giovanni Fontana, Fabio Di Stefano, Giancanio Sileo, Gabriele Midolo, Eleonora Turco, Eugenio Bruno, Emanuele Liali, Giuseppe Bellofiore, Giuseppe Mazzarella, Sebastiano Pirruccio, Fausto Renda, Giuseppe L
leggi tutto

NO BLOOD FOR OIL (Niente sangue per petrolio)

Ambiente
PAOLO PANTANO
Martedì, 21 Gennaio 2020 14:14
  Guardiamo, oggi, con estrema preoccupazione gli avvenimenti che si affacciano nello scenario internazionale da più parti (Libia – Turchia – Iran - Siria). Nello stesso tempo si levano autorevolissime voci contro la guerra che apporta lutti, distruzione di ospedali, scuole, abitazioni, risorse economiche. La voce del Papa si leva, ancora una volta, verso la pace: “La buona politica è al servizio della pace, la comunità internazionale deve mettersi al servizio della pace” - e ancora - “Il mondo ricco, per mantenere in vita un sistema economico, deve fare la guerra, una guerra mondiale che ora è combattuta a pezzi. E’ facile cadere preda delle tentazioni dell’odio e della vendetta; la sopraffazione, la violenza armata, la guerra sono scelte che seminano e generano solo odio e morte, soltanto la ragione e l’amore sono mezzi validi per superare le contese tra le persone ed i popoli. E’ necessario uno
leggi tutto

RICORDANDO CONCETTO GILÈ PER LA MORTE DI UN CARO COMPAGNO DI STRADA

Cultura
ALDO CASTELLO
Lunedì, 20 Gennaio 2020 20:52
  Carissimo Concetto Gilè, penso di averTi conosciuto da sempre, con la Tua presenza in tutte le occasioni nelle quali si trattava della città, delle sue carenze ed insieme delle sue urgenze. Negli anni sessanta imparai a conoscerTi in quel gruppo di amici ed intellettuali che si scontrarono, vincendo la battaglia, per la conservazione del centro storico. Battaglie contro la speculazione delle aree, dove la città che contava non aveva altra idea del centro storico che quella di radere al suolo la Tua Giudecca, la Tua Graziella, il quartiere Maniace, per farne una 'città moderna'. Battaglie solo apparentemente dimenticate caro Concetto. E' ovvio oggi apprezzare Ortigia, l'hanno perfino resa merce, e questo in questi ultimi anni non finiva di indignarTi. Mi fermavi per strada, esigevi che mi fermassi per constatare scempi, dimostrazioni di incultura civile, aggressioni all'anima della Tua Ortigia e della Tua città. Quante iniziative Ti hanno vis
leggi tutto

Home

Anche bimbi africani e asiatici hanno festeggiato i 2750 anni

Erano in 212 alla cittadella dello sport per celebrare con uno spettacolo fantasmagorico l’anniversario della fondazione della città di Siracusa. Il dirigente della Lombardo Radice: “Manifestazione gioiosa, ne faremo altre”

Leggi tutto: Anche bimbi africani e asiatici hanno festeggiato i 2750 anni

Un bambino a cui i maestri dissero: “Sei handicappato”

E ci si sentiva pure, fin quando in III° Media un prof. di musica… Racconto di un’esperienza vera, attualissima, che sino alla fine si legge tutta d’un fiato

Leggi tutto: Un bambino a cui i maestri dissero: “Sei handicappato”

“Il futuro delle nostre comunità sta nella capacità di idearlo”

“Partendo dalle risorse territoriali”. L’agronomo Giuseppe Messina: “L’UE finanzia progetti a fondo perduto, ma pochissimi li presentano. Non facciamo schifo"? “Ho denunciato l’affaire della revisione della contabilità delle coop”

 

Leggi tutto: “Il futuro delle nostre comunità sta nella capacità di idearlo”

ANC Siracusa, non solo Carabinieri ma volontari nel sociale

Hanno collaborato nella riapertura del Teatro, pulizia dei monumenti, mostre, formazione, meritando il plauso della città. Nelle cerimonie del 90° la tradizione che si rinnova e i nuovi progetti in cantiere

 

Leggi tutto: ANC Siracusa, non solo Carabinieri ma volontari nel sociale

 

   https://www.facebook.com/siracusadifferenzia.it/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Bar sotto il Mare

Mal comune nessun gaudio

CARMELO MAIORCA
Sabato, 21 Dicembre 2019 11:41

Un selfie con Escobar

CARMELO MAIORCA
Martedì, 22 Ottobre 2019 16:27

Cultura

LA VOCE DEL RECENSORE: UNA NUOVA OPPORTUNITÀ PER GIOVANI SCRITTORI

REDAZIONE CIVETTA
Martedì, 21 Gennaio 2020 14:34

L’ORCHESTRA BAROCCA SICILIANA “SBARCA” A SIRACUSA

MARIA LUCIA RICCIOLI
Martedì, 21 Gennaio 2020 14:19

SIRACUSA IN MOSTRA: COLLETTIVA DI FOTOGRAFIA

MARIA LUCIA RICCIOLI
Martedì, 21 Gennaio 2020 14:17

Dossier

Legge sull'acqua: in Commissione ok alla ripubblicizzazione

MARCO BERSANI
Giovedì, 21 Febbraio 2019 19:22

Sai 8 versò agli avv. Amara e Toscano quasi 3,3 milioni

MARINA DE MICHELE
Martedì, 22 Gennaio 2019 15:32

Processo Sai 8, col cerino in mano è rimasto solo l’AD Ferraglio

Marina De Michele
Domenica, 20 Gennaio 2019 08:26

Chi siamo

Continueremo a difendere l’ambiente, il multiculturalismo, il welfare, l’etica politica, a lottare contro ogni sfruttamento delle persone, delle città e dei territori, a sostenere la necessità di uno sviluppo economico coniugato con l’ecosostenibilità delle iniziative.

Privacy Policy Cookie Policy

Dove siamo


Viale Santa Panagia 136/H

Contattaci

Se ci vuoi supportare, chiamaci allo 3331469405 / 3337179937 o manda un'email a: redazione@lacivettapress.it / postmaster@pec.lacivettapress.it

Showcases

Background Image